Italiano
Carrello0
Lista Desideri
  
Menu

Gallina Yokohama: come allevare la giapponese dalla coda lunga!

Gallina Yokohama: come allevare la giapponese dalla coda lunga!

Conosciuta in tutto il mondo per le lunghe piume della coda, la Yokohama è una gallina giapponese dal carattere estremamente vivace, allevata soprattutto per esposizione e a scopo ornamentale. Scopriamo insieme le sue caratteristiche e come allevarla.

Origini della gallina Yokohama

Il suo paese d’origine è il Giappone. I primi esemplari di questi polli ornamentali arrivarono in Europa, più precisamente a Parigi, nel 1864, portati da un missionario francese che imbarcò gli animali nel porto di Yokohama. Probabilmente il loro nome deriva proprio da qui. Alcuni sostengono si trattasse in realtà di galline di razza Onagadori, anch’esse caratterizzate dalla lunga coda.

Polli Yokohama: caratteristiche fisiche

La Yokohama è una gallina ornamentale di taglia media e con costituzione abbastanza allungata. La gallina pesa tra 1,3 kg e 1,8 kg, mentre il gallo arriva a pesare anche 2,5 kg.

La testa è piatta e allungata, con cresta piccola a cuscinetto, faccia piccola e rossa, becco giallo mediamente lungo e occhi di color rosso arancio. I bargigli sono piccoli come del resto gli orecchioni, rossi e ben aderenti. È presente anche un piccolissimo “doppio mento”.

Il tronco è allungato e leggermente inclinato. Le ali sono portate aderenti al corpo. La coda è orizzontale, portata leggermente alta.

Le zampe non hanno piume e sono fini, con tarsi gialli di media lunghezza. Le dita sono sottili e ben distese.

Esiste anche la Yokohama nana, con le stesse caratteristiche (dimensioni a parte ovviamente).

Galline Yokohama: piumaggio e colorazione

Il piumaggio è ben aderente al corpo. Le colorazioni riconosciute dalla FIAV sono due: bianco e bianco spalle rosse. Quest’ultimo colore è il più diffuso: la caratteristica tipica è la sfumatura rosso brunastra delle piume sul petto, con macchie color crema a forma di goccia.

Il gallo Yokohama si distingue per le bellissime piume ornamentali della coda, che possono tranquillamente raggiungere e superare il metro di lunghezza. Dimostra il suo carattere combattivo sia con le persone che con i propri simili. È quindi buona norma tenerlo isolato dagli altri, perché il continuo beccarsi potrebbe rovinare le piume.

Gallo e gallina Yokohama mentre razzolano nel recinto

Allevamento polli Yokohama: i nostri consigli

Come detto in apertura, la gallina Yokohama è molto attiva e vivace, quindi necessita di ampi spazi in cui muoversi. Per questo motivo un semplice pollaio da giardino non sarà sufficiente, ma converrà integrarlo con un ampio recinto per animali, meglio se coperto.

Se vivi in campagna e hai abbastanza spazio, puoi anche decidere di lasciarla razzolare liberamente, avendo comunque l’accortezza di usare una rete anti predatore per proteggerla da eventuali attacchi.

Tieni presente che questa non è una razza molto facile da allevare, perché richiede cure particolari ed attenzioni che un allevatore in erba difficilmente possiede. Ecco perché questa gallina con coda lunga è consigliata ad allevatori già esperti.

Non è una buona ovaiola, in quanto depone uova molto piccole ed in numero limitato. Tuttavia ha la tendenza a diventare chioccia, svolgendo ottimamente il ruolo di madre.

Gallo Yokohama con splendide piume della coda

I galli Yokohama, vista la lunghezza della coda, dovrebbero essere allevati separatamente, avendo cura di posizionare i trespoli ad almeno un metro di altezza, per evitare che le piume si danneggino.

Inoltre, il ricovero dei polli ornamentali Yokohama dovrebbe essere sempre asciutto e pulito: per questo vi consigliamo di scegliere un recinto per galline dotato di tetto o telo di copertura e di sostituire la lettiera regolarmente in modo che le piume non si sporchino. Per saperne di più, leggi anche come preparare una lettiera per il pollaio nel nostro blog.

Vai all'articolo precedente:Gallina Vorwerk: come allevare l'ovaiola tedesca dalla mantellina nera!
Vai all'articolo successivo:Gallina Sultano: come allevare la gallina ciuffata turca
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image