Italiano
  
Menu

Anatra svedese: caratteristiche e allevamento

21 Marzo 2021
Anatra svedese: caratteristiche e allevamento

L'anatra Svedese è un volatile che si è sviluppato storicamente nel corso dell'ottocento, in un'area d'Europa posta a nord, sulle rive del mar Baltico tra Germania e Polonia definita Pomerania. Infatti spesso le anatre svedesi vengono affiancate, o talvolta confuse, con le Pomeranie, ma parliamo di due animali diversi per conformazione.

Rispetto alle "cugine" pomeranie, le anatre svedesi si differenziano per la presenza di un gene visibile nella colorazione bianca delle penne remiganti primarie, e per una forma più allungata e massiccia che le rende leggermente più pesanti. 

Caratteristiche dell'Anatra Svedese

L'anatra svedese è un volatile di medie dimensioni, adatto all'allevamento. È una razza di tipo campagnolo con un carattere vivace e sveglio, che per via della sua provenienza nordica è adatta anche all'allevamento all'aperto in tutte le stagioni, e non teme quindi le rigidità dell'inverno.

Dal punto di vista prettamente morfologico, si presenta come un'anatra con un tronco ben arrotondato e pieno, mantenuto sempre in posizione verticale. La misura del petto è ben proporzionata alla lunghezza del dorso e le zampe sono posizionate in una zona abbastanza arretrata, più o meno all'altezza delle copritrici delle ali.

Le caratteristiche del muso prevedono una testa ovale e arrontondata nella sua parte superiore, ma comunque ben proporzionata con il resto del corpo. Il becco è largo e piatto, di media lunghezza e con una leggera curvatura concava alla base della fronte.

Anatra Svedese: colorazioni

Sul fronte della colorazione l'anatra svedese porta alcune varianti, dovute alla mescolanza originaria della razza con altre, come la pomerania, e questo è anche uno dei motivi per cui la sua bavetta non è sempre perfetta.

Anzi, trovare un'anatra svedesa con una bavetta impeccabile è molto difficile, alcuni difetti sono spesso visibili nelle zone del sotto becco e del ventre, proprio per via della difficoltà a tracciare una differenza genetica netta con alcune razze imparentate. Per allevare anatre con delle bavette stabili ci vuole quindi una buona dose di pazienza, ed è consigliabile lavorare su grandi numeri.

La colorazione del piumaggio riflette questa mescolanza genetica, e spesso si parla infatti di anatra svedese blu, proprio perchè l'incrocio del gene "nero coprente" con quello definito "splash" (vale a dire un colore non riconosciuto, tendente al bianco opaco con punte di grigio perla) genera questa colorazione 100% blu, a differenza dell'anatra svedese nera che invece presenta un piumaggio di colore scuro più intenso.

Esistono comunque altre varietà di Anatra Svedese, molto più rare di quella blu: nel contesto, parliamo comunque di una razza che sta avendo problemi di diffusione e che quindi richiede una particolare attenzione.

Troviamo l'anatra svedese gialla, che si differenzia per il suo piumaggio color ocra, e risulta molto rara anche nella sua patria d'origine.

Abbiamo poi l'anatra germanata svedese, contraddistinta dalla fantasia - germanata appunto - delle sue piume e da un largo anello bianco a contornare il collo, oltre che da una corporatura più robusta.

Allevamento Anatra Svedese

L'allevamento per questo tipo di anatra non è molto semplice, e per via della sua particolarità estetica viene spesso cresciuta a fini ornamentali. Parliamo però di un volatile in grado di fornire un buon numero di uova. L'anatra svedese, infatti, produce una discreta quantità di uova mediamente grandi, con un peso minimo di 70 grammi, caratterizzate da un colore del guscio di un bianco verdastro. Ogni anno ci possiamo aspettare da questa razza tra le 100 e le 150 uova.

I maschi di anatra svedese possono arrivare tra i 3 e i 4 kg di peso, mentre le femmine si attestano sui 2,5 kg, andando più raramente poco sopra i 3 kg. Si tratta di una razza robusta che cresce abbastanza lentamente, e che, come detto all'inizio, può essere allevata all'esterno in tutte le stagioni senza alcuna difficoltà.

Vai all'articolo precedente:Oca delle Nevi: caratteristiche e allevamento
Vai all'articolo successivo:Fistione turco: caratteristiche e allevamento
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image