Italiano
Lista Desideri
  
Menu

Come incubare uova di anatra: tutto quello che c'è da sapere

Come incubare uova di anatra: tutto quello che c'è da sapere

Imparare come incubare uova d'anatra e d'oca è un po' più complicato rispetto all'incubazione delle uova degli altri avicoli. Se non si usano alcune accortezze in più nell'incubare uova di anatra, troppo spesso capita che molti anatroccoli muoiano nell'uovo prima della schiusa. 

Incubazione uova anatra 

Innanzitutto, prima di vedere nello specifico come incubare le uova di anatra, ricordiamo che il primo requisito è la salute dei nostri animali: allevare i riproduttori in maniera adeguata garantisce uova fertili ed embrioni forti.

Le anatre in natura sono molto legate all'acqua, e le femmine, nel periodo di cova, hanno bisogno di lasciare il nido almeno una volta al giorno per recarsi presso uno specchio d'acqua e nuotare

 In questa maniera il loro piumaggio si imbeve d'acqua e, una volta tornate al nido, risulta fondamentale nell'apportare una quantità supplementare di umidità alle uova presenti, per le quali risulta essenziale. Inoltre molto spesso lo stesso accoppiamento delle anatre avviene nell'acqua. 

Di conseguenza, bisogna ingegnarsi per poter riprodurre al meglio in maniera artificiale le condizioni che questi animali trovano in natura quando si accoppiano e covano per riuscire ad assicurare il successo dell'incubazione delle uova.  

Dato che l’accoppiamento di molte specie di anatra e oca avviene con difficoltà a terra, per avere una buona quantità di uova fertili sarà meglio garantire la presenza di un piccolo specchio d'acqua agli animali.

Se non è proprio possibile approntare un piccolo stagno, può andare bene anche una vaschetta o una tinozza, a patto di assicurarsi che gli uccelli non abbiano difficoltà nell'entrare e uscire dall'acqua. 

Umidità e temperatura incubazione uova anatra 

Abbiamo visto come in natura la cova delle uova di anatra e oca avviene in condizioni di umidità superiore, grazie all'acqua trattenuta dal piumaggio dell'animale covante.

Per cercare di ricreare queste condizioni in incubatrice, ad una temperatura di 37,7°C l’umidità interna andrebbe mantenuta attorno al 55-60%, cercando poi di aumentarla poi fase di schiusa.  

La temperatura dell'incubatrice deve essere fissa sui 37.7 gradi, con una tolleranza sull'oscillazione tra +0.2 e -0.2.

Tenete anche in considerazione la temperatura esterna dell'ambiente in cui si trova l'incubatrice: è consigliata una temperatura tra i 18 e i 25 °C.

L’incubatrice deve essere posizionata su un piano livellato, non a terra, lontana da correnti di aria e raggi solari diretti, ma comunque in una stanza abbastanza arieggiata. 

Dopo i primi 9 giorni di incubazione uova di anatra, potete togliere il coperchio all’incubatrice e lasciare raffreddare le uova per 15-20 minuti. A questo punto, nebulizzatele con acqua tiepida (meglio se distillata) con un comune spruzzatore.

Ripetete questa operazione con regolarità, per poi interromperla in prossimità degli ultimi 3 giorni prima della schiusa, dove si andrà semplicemente ad aumentare l'umidità ambientale dell'incubatrice. 

Tempo di schiusa uova di anatra 

Per imparare come incubare uova di anatra, di oca o di anatra muta basta seguire gli stessi procedimenti, ma bisogna sempre tenere a mente le differenze tra il tempo di incubazione uova di anatra muta, uova di oca o uova di anatra: i tempi di sviluppo delle uova sono decisamente diversi per queste tre specie. In particolare,  

  • Schiusa uova anatra (Anas plathyrynchos): 27-28 giorni 
  • Schiusa uova anatra muta (Cairina moschata): 35-40 giorni 
  • Schiusa uova oca (Anser anser): 29-30 giorni 

Nel caso si vogliano incubare uova d’anatra e oca insieme, bisogna iniziare incubando prima le uova della specie con un tempo di sviluppo più lungo, in maniera che la fase di schiusa coincida per entrambe e si possano modificare le condizioni di umidità dell'incubatrice allo stesso momento per tutte. 

Come incubare uova di anatra: la preparazione 

Le uova vanno raccolte frequentemente, ma bisogna aspettare sempre almeno 24 ore dalla deposizione prima di incubare le uova. Non incubate mai uova sporche, dal momento che i batteri possono entrare nell’uovo e uccidere l’embrione, ed in certi casi può anche verificarsi l'esplosione dell’uovo nell’incubatrice. 

Se necessario, pulite le uova a secco, usando una spugna per piatti o qualche foglio di carta assorbente, in maniera molto delicata per evitare il più possibile di danneggiare il sottile strato protettivo esterno del guscio. In commercio potete trovare prodotti specifici per disinfettare sia l’incubatrice che le uova prima di incubare. 

Per migliorare le possibilità di schiusa bisogna osservare bene le uova, evitando di inserire nell’incubatrice quelle che presentano malformazioni. Scartate le uova troppo allungate o troppo rotonde, così come quelle troppo grandi o troppo piccole rispetto alle dimensioni standard di quella specie. Ovviamente, assicuratevi che le uova presentino un guscio regolare e privo di crepe

Speratura uova anatra 

La speratura delle uova consiste in un'operazione che permette di capire se lo sviluppo embrionale stia procedendo bene, attraverso l'illuminazione dell'uovo con una fonte di luce, che faccia intravedere il suo interno.

Si tratta di un'operazione che non danneggia l'embrione e non compromette l'esito dell'incubazione, ma permette di eliminare in tempo uova incrinate o con embrioni morti, che potrebbero rompersi o marcire andando a compromettere anche le uova sane.

L'operazione si effettua al buio, utilizzando una fonte luminosa, che può essere anche una semplice torcia, ma esistono anche lampade specifiche per questo scopo. 

Vai all'articolo precedente:Gru Coronata: come allevarla a casa
Vai all'articolo successivo:Allevare quaglie: come, dove, alimentazione
Commenti:
2
    Luciano
    15/04/2020 16:12
    Complimenti per l'articolo, molto interessante, utile e completo! Stò provando a covare delle uova di Corritrice Indiana, e siamo in fase di arrivo, appena nati che tipo di mangime dovrò dare, perchè alcuni dicono che ci vuole un mangime con anti coccidico!? È vero o posso dare un mangime senza antibiotici!? Grazie e complimenti di nuovo ciao!
    Luciano
    15/04/2020 16:12
    Complimenti per l'articolo, molto interessante, utile e completo! Stò provando a covare delle uova di Corritrice Indiana, e siamo in fase di arrivo, appena nati che tipo di mangime dovrò dare, perchè alcuni dicono che ci vuole un mangime con anti coccidico!? È vero o posso dare un mangime senza antibiotici!? Grazie e complimenti di nuovo ciao!
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image