Italiano
Lista Desideri
  
Menu

Caratteristiche e curiosità sulla gallina Ancona

Caratteristiche e curiosità sulla gallina Ancona

La razza Ancona è una selezione nostrana le cui caratteristiche principali sono quelle di essere una buona ovaiola, nonché un ottimo esemplare per scopo ornamentale (grazie al suo piumaggio “a pois”). Oltre a ciò, spicca anche la rusticità dell’animale che lo rende piuttosto indipendente dal punto di vista dell’alimentazione. Scopriamo quindi caratteristiche e curiosità sulla gallina Ancona!

Origini e caratteristiche della razza

La gallina ovaiola Ancona trae il nome dal porto della città marchigiana, dal quale venne originariamente esportata in tutto il resto della Penisola, nonché in Europa ed in America. Una delle caratteristiche di maggior rilevanza è costituita dalla sua abitudine a deporre numerose uova, con una media annuale che tocca le 180 unità, ma che può raggiungere le 250. Le uova sono di medie dimensioni e presentano un guscio bianco abbastanza resistente.

Altra caratteristica della Gallina ancona è data dall’inconfondibile piumaggio a pois. Questa tipica picchiettatura a pallini bianchi è il frutto di attente selezioni, volte a fare della Ancona non soltanto una buona ovaiola, ma anche un degno volatile a scopo ornamentale. Generalmente la base della livrea è nera, ma esistono anche esemplari di colore blu (grigio/azzurro).

Queste galline presentano un piumaggio folto, un corpo piuttosto robusto, un petto largo e pieno ed un dorso leggermente arrotondato. La femmina raramente pesa più di 2 chili, mentre il gallo può raggiungere i 2,8 chilogrammi e si distingue per la presenza di una cresta semplice, dritta, ampia e rossa. Molto più rara, ma comunque possibile, è la presenza di una cresta a rosa. I bargigli sono altrettanto rossi e piuttosto pronunciati. Gli orecchioni sono bianchi, zampe e becco infine sono gialli.

Al di là dei soli attributi estetici, la gallina Ancona è nota anche per il suo temperamento vivace e per la sua robustezza.

Come allevare la gallina Ancona

Queste particolari galline amano molto razzolare all'aperto e necessitano quindi di ampi spazi in cui muoversi. Inutile dire che è fortemente sconsigliato praticare l'allevamento al chiuso. La mancanza di spazi, inoltre, potrebbe renderle particolarmente nervose ed aggressive, tanto da indurle persino ad attaccare i propri simili.

La necessità di cibo di questo bel volatile ammonta a circa due terzi rispetto a quella di altre razze, pertanto, la Ancona è una gallina che genera un impatto ambientale minimo e che è facilmente allevabile adottando il metodo biologico. La sua indole libera, infatti, la spinge a procurarsi il cibo per conto suo e a razzolare per molte ore al giorno nell'aia.

Queste galline si adattano facilmente ad ogni genere di clima e sopportano bene sia i rigori della stagione fredda, che il caldo di quella estiva. La loro produzione di uova, inoltre, non dipende in alcun modo dall'impatto che il clima sortisce sull'animale. La gallina Ancona è stata importata e da molti anni viene allevata con successo anche in Inghilterra e in Nord America, adattandosi perfettamente ai climi locali.

Vai all'articolo precedente:Conoscere ed allevare galli e galline: i polli di razza Valdarno
Vai all'articolo successivo:Come allevare galline Moroseta, i polli ornamentali dal piumaggio setoso
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image