Italiano
Lista Desideri
  
Menu

Quando usare la chioccia artificiale per pulcini e perché

Quando usare la chioccia artificiale per pulcini e perché

Per poter sopravvivere, i pulcini appena nati hanno bisogno di molte attenzioni. Il loro corpicino è particolarmente sensibile alle basse temperature, cosa a cui normalmente dovrebbe provvedere mamma chioccia con il calore del suo corpo. Ma se una chioccia non c’è? Nelle prossime righe vedremo proprio come accudire pulcini appena nati da incubatrice usando una chioccia artificiale.

Temperatura ideale pulcini dopo la nascita

Nei primi giorni di vita i pulcini hanno bisogno di stare a temperature non inferiori ai 35°. Questo non vuol dire però che i piccoli volatili debbano per forza restare in un ambiente con queste temperature (cosa che invece è inevitabile durante la cova e lo sviluppo dentro l’uovo! I pulcini possono benissimo spostarsi in cerca di zone più calde o più fredde a seconda delle loro necessità… l’importante è che quando percepiranno freddo possano trovare un posto dove ripararsi.

Normalmente dovrebbe essere la chioccia a provvedere a ciò. In modo del tutto simile a quanto avviene durante la cova, il corpo della madre risulta essere la fonte di calore più efficacie allo scopo. I pulcini quindi cercano di farsi spazio appena sotto il corpo della gallina e questo, oltre a risolvere il problema della temperatura, infonde nei piccoli un senso di protezione.

Tutto questo però è valido finché c’è una gallina a svolgere tale funzione. E se invece mancasse la figura della chioccia? Come allevare i pulcini garantendo loro il calore di cui hanno bisogno?

 

Scopri anche nel nostro Blog “Cosa mangiano i pulcini appena nati”.

 

Nascita pulcini senza chioccia

In assenza di una gallina chioccia, per lo sviluppo delle uova e la nascita dei pulcini, si ricorre ad un’incubatrice: una camera apposita dove inserire le uova per garantire alle stesse la temperatura e l’umidità ideale. Dopo la schiusa delle uova invece, per prendersi cura dei pulcini appena nati in incubatrice, si può ricorrere a lampade ad infrarossi o ad una chioccia artificiale (anche detta chioccia termica) da inserire nel recinto. Altra soluzione è data da una pulcinaia già attrezzata con tutto l'occorrente.

 

A tal proposito, puoi leggere dal Blog “Come incubare uova di gallina: procedura e tempistiche”.

 

Esempio di chioccia artificiale per pulcini

 

Nel primo caso, si tratterà di inserire nel recinto una speciale lampada con riflettore e lampadina a infrarossi. Il principio di funzionamento è molto semplice: il calore generato dalla stessa lampada permette ai pulcini di beneficiare di una temperatura adatta e costante.

Tuttavia questa non rappresenta propriamente la soluzione migliore per i pulcini. Infatti, affinché si possa avere una temperatura costante, la lampadina deve rimanere sempre accesa. Ciò potrebbe incidere sui consumi elettrici e sulla percezione del giorno e della notte dei pulcini stessi.

L’alternativa, come detto prima, consiste in una chioccia termica!

Come usare la chioccia artificiale

Una chioccia artificiale per pulcini invece è sostanzialmente una piastra riscaldante che svolge la stessa funzione che, in condizioni normali, spetterebbe ad una gallina vera. La piastra è sollevata rispetto al piano di appoggio per mezzo di 4 piedini regolabili. Questa conformazione è stata studiata proprio per simulare in modo fedele quello che i pulcini farebbero con una chioccia vera, ovvero infilarcisi sotto in cerca di calore e protezione.

Il termostato integrato nella chioccia artificiale regola il livello di calore in base alla temperatura dell’ambiente in cui è inserita. I consumi elettrici sono ridotti e non necessitano di lampadine sempre accese.

Vai all'articolo precedente:Come allontanare i piccioni dal pollaio
Vai all'articolo successivo:A cosa serve una porta automatica per pollaio?
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image