Italiano
Lista Desideri
  
Menu

Conuro del Sole: il simpatico pappagallino dai colori brillanti

Conuro del Sole: il simpatico pappagallino dai colori brillanti

Il pappagallo Conuro del Sole è uno dei pappagalli più amati, grazie al suo piumaggio vivacemente colorato e alla sua indole particolarmente socievole. È un pappagallo estremamente elegante, dal piumaggio di base giallo dorato intenso, le copritrici primarie gialle, le secondarie verdi e le penne remiganti verdi sfumate di blu. Il becco è nero, ha anelli bianchi intorno gli occhi e una coda lunga e affusolata, zampe bruno scuro e iride marrone. È lungo circa 30 cm e pesa dai 120 ai 130 grammi. Prima di decidere di adottare uno di questi pappagalli, sarà bene conoscere qualche nozione su come allevare un Conuro del Sole: vediamole di seguito.

Conuro del Sole carattere

Sono uccelli estremamente socievoli che si affezionano facilmente al proprietario e alla sua famiglia, se questa se ne prende cura con gentilezza e amore. Possiedono un richiamo molto acuto e forte, che utilizzano per richiamare l'attenzione in caso di necessità o anche per avvisare dei pericoli. Non è raro che si possano ritrovare anche a svolgere funzioni di "guardia". Ma il Conuro del Sole parla? Possiamo dire che è in grado di imitare la voce umana, ma non così bene come altri pappagalli tipo il cenerino e la cocorita. In certi casi però si possono rivelare degli ottimi parlatori. Sono animali molto giocherelloni che spesso si esibiscono in giochi particolarmente buffi, come penzolare da una corda o sdraiarsi sulla schiena.

Come addestrare un Conuro del Sole

Il Conuro del Sole allevato a mano cresce senza avere la naturale paura nei confronti dell'uomo. I pappagalli in natura sono prede e per istinto hanno paura di noi come di qualsiasi altro predatore/animale. Attraverso lo svezzamento a mano, il pulcino viene prelevato dal nido a poche settimane di vita e si abitua all'uomo fin da piccolo. Proprio grazie alla sua indole pacata il Conuro del Sole si presta molto bene ad essere, appunto, allevato a mano.

Conuro del Sole riproduzione

Durante il periodo del corteggiamento, accoppiamento e successiva nascita dei piccoli, i Conuri del Sole si dimostrano particolarmente aggressivi, visto che vogliono proteggere il loro nido. Depongono 3-5 uova che si schiudono dopo circa 25 giorni.

Come svezzare un Conuro del Sole? In natura, lo svezzamento dei piccoli avviene intorno ai 3 mesi di età. Nel caso dell’allevamento a mano, sarà il piccolo a decidere quando è giunta l’ora. È molto importante fornire diversi cibi solidi, in maniera che la loro innata curiosità li spinga ad assaggiarli e così prendere confidenza con il tipo di cibo che dovranno mangiare in seguito.

Conuro del Sole alimentazione

Cosa mangia il Conuro del Sole? In natura si ciba principalmente di frutta, noci e semi, ma in cattività bisogna fornirgli una dieta equilibrata basata sugli estrusi da lasciare in una apposita mangiatoia. È importante garantire agli uccelli da compagnia una dieta varia, ma bisogna sempre ricordarsi di soddisfare determinati requisiti nutrizionali. Inoltre i Conuri del Sole apprezzano e hanno bisogno dei “dolcetti”, di conseguenza saltuariamente si può concedere qualche snack di frutta, verdura, sementi e noci.

Malattie Conuro del Sole

Quanto vive un Conuro del Sole? Un esemplare in buona salute può raggiungere i 25-30 anni, ma bisogna sempre fare attenzione al suo stato di salute. Un pappagallo ammalato spesso presenta questi sintomi:

  • piumaggio arruffato che serve a mantenere meglio il calore corporeo;
  • occhi socchiusi soprattutto quando non si sentono osservati;
  • poco movimento in gabbia, sta sempre nella zona più alta e più riparata della gabbia;
  • mangia e beve meno oppure il contrario, mangia e beve molto, ma ciò non fa aumentare il peso, e anzi lo fa dimagrire;
  • le feci sono liquide oppure sono di un colore diverso dal solito (per esempio possono essere molto scure oppure verdastre);
  • quando la situazione è abbastanza grave passa la maggior parte del tempo sul fondo della gabbia;
  • respirazione affannosa;
  • lacrimazione da naso e occhi;

Se i sintomi persistono per qualche giorno, è d'obbligo portarlo da un veterinario per fare tutti gli esami necessari. È importante conoscere bene il comportamento del proprio animale per capire se ci sono cambiamenti di abitudini che possono far presagire uno stato di malessere.

Gabbia per pappagalli Conuro del Sole

Per mantenersi in salute, questi uccelli hanno bisogno di muoversi, di conseguenza non vanno tenuti esclusivamente in voliera. Amano volare e giocare, perciò hanno bisogno di spazi dedicati a loro, dove poter esplorare l’ambiente e interagire con esso.

La gabbia dovrà essere utilizzata il meno possibile e in ogni caso dovrà essere abbastanza grande da permettergli di sbattere almeno le ali. Le dimensioni raccomandate sono 80cm di lunghezza, 60 cm di profondità e 80cm di altezza, con la distanza delle sbarre che non deve superare i 2cm.

Inoltre, è importante che la gabbia sia fornita di sbarre orizzontali, dal momento che amano assumere strane posizioni risultando molto buffi. Adorano inoltre fare il bagnetto, quindi è bene prevedere di inserire un'apposita vaschetta all'interno della gabbia, cosi come mettere a disposizione dei rametti da distruggere e dei giochi con i quali consentirgli di passare il tempo mentre voi non siete in casa.

Vai all'articolo precedente:Come addestrare una Calopsite: consigli per l’allevamento a mano
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image