Allevamento polli a terra: tutto quello che c'è da sapere

27 Ottobre 2021
Allevamento polli a terra: tutto quello che c'è da sapere

Non tutti gli allevamenti di ovaiole sono esclusivamente all'aperto. Le galline allevate a terra vivono in uno spazio chiuso, dove, sebbene non siano previste zone esterne per il pascolo, vengono rispettati dei criteri di densità e di spazio sufficienti per il libero movimento degli animali ed il loro benessere.

Allevare galline a terra, contrariamente a quanto si pensi, conta dei vantaggi, oltre ad essere una tipologia di allevamento molto migliorativa rispetto alla crescita e alla produzione in gabbia, dove gli animali sono costretti in situazioni tutt'altro che naturali e di libertà.

Allevamento polli a terra normativa: spazi e densità da rispettare per il benessere dell'animale

Quello che distingue un allevamento naturale da uno intensivo è in primo luogo il tempo che galline e polli spendono a pascolare liberamente in spazi aperti. Secondo le attuali normative europee in vigore dal 2017, la produzione di uova in un allevamento all'aperto deve avvenire in aziende che consentano agli animali un accesso continuo al pascolo, almeno durante tutto l'arco della giornata (fatto salvo per la notte, quando le galline vengono ricondotte al coperto, protette da eventuali predatori esterni e da agenti atmosferici dannosi per la salute).

Anche nel caso di polli allevati a terra, devono essere previste delle aree comuni per il movimento libero degli animali, che rispondano ai limiti di densità massima per metro quadrato.

La normativa che regolamenta le caratteristiche di allevamento galline a terra è la 1999/74/CE, in vigore dal 1 gennaio del 2012, e stabilisce una densità massima di 9 capi per metro quadrato

Cosa significa galline allevate a terra: il numero 2 sul podio delle uova

Galline e polli vivono all'interno di edifici o capannoni chiusi, a uno o più piani, con la possibilità per loro di accedere liberamente su piattaforme poste a diverse altezze. Inoltre, le strutture per allevamento polli a terra devono prevedere adeguati posatoi, lettiere al suolo circoscritte in zone specifiche da tener sempre ben pulite, e giacigli con una superficie ruvida, in modo che gli animali possano grattare artigli e becco e ridurre naturalmente il rischio di ferirsi e di infettarsi.

La tipologia di allevamento viene codificata con un numero stampato sul guscio dell'uovo, insieme alla provenienza dell'azienda e alla scadenza. Il numero 2 indica il tipo di allevamento a terra, il più diffuso nelle confezioni di uova che si trovano al supermercato (0 = biologico, 1 = all'aperto, 3 = in gabbia).

Come allevare polli a terra: vantaggi e rischi

La tipologia di allevamento a terra ha pro e contro, come ogni situazione. Se le galline allevate all'aperto giovano della libertà del pascolo e si rinforzano naturalmente in salute, sono per contro molto più esposte alle intemperie (qualora non siano previsti idonee riparazioni) e agli attacchi di volatili e animali esterni, che veicolano facilmente virus e batteri. 

Le galline sono animali molto delicati, che mal sopportano lo sbalzo delle temperature e le correnti d'aria. 

Uno dei vantaggi di allevare galline a terra è che sono costantemente protette nelle loro adeguate strutture: difficilmente verranno attaccate da altri animali, vivono ad una temperatura costante e i rischi di venire a contatto con virus esterni è inferiore rispetto ad un pascolo aperto.

Ci sono anche dei contro.

Innanzitutto la convivenza con altri capi, soprattutto se di razza diversa, è rischioso.

Includere più razze diverse di galline e polli in un unico spazio chiuso potrebbe favorire litigi tra gli animali. Per questo è importante curare becco e artigli, non solo per evitare che si feriscano nella loro pulizia delle piume, ma anche per privarle delle "armi" naturali che usano in caso di - è proprio il caso di dirlo - battibecchi.

Le abrasioni per le galline sono molto pericolose e, se non curate tempestivamente, posso essere facilmente attaccate da batteri e peggiorare velocemente in patologie molto gravi per l'animale. La pulizia e l'igiene delle lettiere, dei posatoi e dei giacigli è fondamentale per prevenire eventuali infezioni.

Inoltre, l'attenzione alla corretta e diversificata alimentazione è altresì molto importante per la crescita sana dei polli allevati a terra. Se non adeguata, potrebbe portare scompensi, non solo allo sviluppo dei capi, ma anche alla produzione finale di uova e carni.

Cosa mangiano le galline allevate a terra

Le ovaiole allevate all'aperto possono cercare per conto proprio il cibo di cui hanno bisogno, becchettando nel terreno tutti i nutrienti che trovano in natura: erbe e piante spontanee, ma soprattutto insetti, lombrichi e vermiciattoli.

Negli allevamenti a terra si deve prevedere la somministrazione di tutte le proprietà nutritive di cui hanno bisogno con dei mangimi appositi e sostitutivi:

  • granaglie, come mais, soia integrale ed avena;
  • elementi ricchi di calcio, come i gusci di seppia o di ostriche;
  • legumi proteici, come piselli e riso;
  • semi oleosi e frutta secca, per l'apporto di proteine, grassi e antiossidanti (semi di zucca e girasole, noci, mandorle, arachidi);
  • erba e verdura fresca;
  • pane raffermo, ne vanno ghiotte, ma va dispensato con criterio, per favorire l'apporto anche di altri alimenti.
Vai all'articolo precedente:Uova biologiche: produzione, normativa, certificazione
Vai all'articolo successivo:Gallina con occhi chiusi e gonfi: cause e cure
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.

Iscriviti alla Newsletter ed ottieni il 5% di Sconto!

Subito per te un Coupon da utilizzare sul Tuo Acquisto!

Iscriviti subito×
Torna su