Welsh Corgi Pembroke: caratteristiche, educazione, alimentazione

5 Agosto 2021
Welsh Corgi Pembroke: caratteristiche, educazione, alimentazione

Il welsh corgi pembroke, chiamato anche soltanto "corgi" o "pembroke", è una razza canina di origine britannica, conosciuta nel mondo per essere la prescelta della famiglia reale inglese. La Regina Elisabetta, infatti, quando era bambina ricevette un cucciolo di corgi in dono dal padre, Re Giorgio VI, e da allora non se ne separò più, tanto da conferire a questa razza la definizione di "cani della regina".

La razza corgi proviene dal sud-ovest del Galles e più precisamente dalla contea di Pembrokshire, da cui prende il nome. Le sue origini però non sono certe: alcuni sostengono che sia stata introdotta nella penisola britannica dai Vichinghi, per la somiglianza al cane da pastore svedese, altri che sia invece autoctona gallese, come documentano alcuni scritti storici che ne attestano la presenza nel territorio già dal X secolo, con la funzione di cani da lavoro.

L'attitudine del corgi è infatti quella di condurre i greggi e le mandrie. Il nome gallese del pembroke significa "garretto", proprio per indicare l'abitudine di questa razza a mordere i garretti delle mucche al pascolo ed immediatamente dopo, abbassarsi a terra per evitare eventuali calci ribelli.

Nonostante il suo aspetto tozzo e baldanzoso, il corgi è, a tutti gli effetti, un cane da pastore. Ama stare in compagnia della sua famiglia, giocare con il proprio padrone a cui è molto fedele, stare all'aria aperta e correre, non teme gli altri animali e le persone nuove e, se lo si approccia con simpatia e voglia di giocare, lui farà di tutto per accontentare il suo compagno. 

Corgi: aspetto fisico

Il welsh corgi pembroke è un cane di medio-piccola taglia, dalla corporatura forte, di sana costituzione, piuttosto basso e attivo. La testa è larga e piatta fra gli orecchi, simile a quella di una volpe, sia nella forma che nel colore. L'espressione dei suoi occhi è intelligente e sveglia, sempre pronto a rispondere ai comandi, soprattutto quelli del gioco. Le zampe sono corte e resistenti, si muovono agilmente all'unisono, con i gomiti ben aderenti al corpo. 

I colori del corgi sono simili alle sfumature del pane tostato, per questo viene chiamato anche "bread loaf", che in lingua inglese significa "pagnotta di pane": tostato, non tostato o bruciato, va dai colori del rosso, sabbia, biondo fulvo e nero focato, o tricolore.

Il suo pelo è corto e non richiede particolari cure, se non di essere spazzolato un paio di volte alla settimana, per liberare il fitto sottopelo della lana in eccesso, fondamentale protezione dal freddo dei mesi invernali. Il corgi è un cane robusto che non teme le temperature rigide e l'umidità, abituato fin dalle sue origini a pascolare per ore su estesi manti erbosi sotto le intemperie inglesi.

Essendo un cane molto attivo e dall'indole del cacciatore, avrà bisogno di essere propriamente abituato al movimento e al gioco, portandolo in passeggiata più volte al giorno. Questo aspetto è molto importante per la felicità ed il benessere del cane. Il rischio infatti sarà quello di ingrassare velocemente, appesantendo le corte zampe della mole in eccesso e causando problemi invalidanti alle articolazioni.

Anche l'aspetto psicologico non è da sottovalutare: se non gli si danno lo spazio ed il modo di sfogarsi e giocare, il corgi diventerà nervoso ed aggressivo, ed essendo un cane dalla peculiare allegria, sarebbe davvero un peccato, oltre che un male per l'animale stesso.

Corgi carattere

Il corgi è un cane molto intelligente, curioso e giulivo e, anche se di indole piuttosto indipendente e testarda, obbedisce agli ordini del suo padrone, se ben addestrato. Non è mai aggressivo o invadente, non è particolarmente timoroso e sebbene sia molto vivace e giocherellone, non è un cane iperattivo, sulla difensiva o nervoso. 

Ha un carattere forte, come nell'aspetto, vigile e pronto. Per il suo padrone e per la sua famiglia ha una vera adorazione, è fedele e obbediente, adatto a giocare con i bambini e a stare in compagnia.

Come addestrare un corgi

La sua attitudine alla guida del gruppo, alla caccia e la sua allegria dirompente, potrebbero farlo abbaiare più di quanto sia tollerabile in un condominio, sebbene sia un cane che si presta a vivere senza grosse difficoltà anche in appartamento. Le attenzioni che si devono avere per addestrare questo cagnolino sono la ricompensa affettuosa e gli ordini fermi e chiari, ripetuti con determinazione quando necessario. Dovrà capire che il capo famiglia è il suo padrone e farà poi qualsiasi cosa pur di renderlo orgoglioso di sé. 

Cosa mangiano i corgi

Sono cani particolarmente energetici ed in movimento, ma non per questo si deve eccedere nella dose di cibo per cani giornaliera. L'importante è seguire una dieta sana ed equilibrata, ricca di carne e proteine. Vitamine e cereali sono da compensare con degli snack, ma alternati alle coccole quando si tratta di premiare spesso il vostro cane!

Si trovano sul mercato anche crocchette a basso contenuto calorico, consigliate per tenere sotto controllo il rischio di sovrappeso, purché siano ovviamente di qualità. Non è consigliato invece integrare il loro cibo con gli avanzi dei nostri pasti: il corgi è un cane ghiotto (intelligente e furbo!), imparerà ad approfittarsene e a mangiare più del dovuto.

Vai all'articolo precedente:Shih Tzu: temperamento, alimentazione, educazione
Vai all'articolo successivo:Akita Inu: carattere, educazione, alimentazione
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su