Tacchino Ermellinato di Rovigo: caratteristiche e allevamento

21 Maggio 2021
Tacchino Ermellinato di Rovigo: caratteristiche e allevamento

Il tacchino ermellinato di Rovigo è una specie avviata sul finire degli anni 50' presso la stazione sperimentale di pollicoltura di Rovigo appunto, allo scopo di migliorare le prestazioni del comune tacchino sotto il profilo produttivo ed economico. 

Per ottenere questa razza è stato introdotto nel corredo del comune tacchino italiano sangue proveniente dalla razza americana del Narragansett, che a sua volta era stata ottenuta incrociando il tacchino selvatico statunitense (patria d'origine di questo animale) con quello domestico europeo.

Tacchini Ermellinati di Rovigo: le caratteristiche

Le caratteristiche principali di questa specifica razza di tacchini partono dalla particolarità del piumaggio: in principio la colorazione era prevalentemente grigia con tarsi di color bruno rossastri. Con il tempo, per mutazione apparvero alcuni soggetti con manto ermellinato sulle tonalità di bianco e nero, da cui prende quindi origine il nome.

Le caratteristiche morfologiche di questo tacchino lo pongono come animale di taglia media all'interno della sua famiglia, con i maschi che raggiungono i 10-12 kg di peso e le femmine che oscillano tra i 4 kg e i 6 kg.

Come per tutti gli altri gallinacei appartenenti alla razza, questo tipo di tacchino presenta un collo nudo senza piumaggio ricoperto però dalle tipiche escrescenze, che in questo caso sono di colore rosso, che si concludono sul fondo con il bargiglio sottogolare.

Le femmine di questa razza producono mediamente tra le 70 e le 100 uova all'anno, che non sono destinate alla consumazione ma vengono lasciate intatte per la cova. Le uova di tacchina, in questo caso, hanno un peso che si aggira tra i 70-80 g e il periodo di riproduzione inizia a metà Febbraio, quando il maschio compie il suo rituale di corteggiamento. La femmina depone le proprie uova scavando leggermente il terreno e le copre con rami e foglie secche se si deve allontanare dal nido. L'incubazione dura 28 giorni.

I pulcini di tacchino ermellinato presentano una colorazione interamente gialla e, dopo qualche giorno di protezione sotto le ali della madre, già durante l'estate sono in grado di lasciare il nido e rendersi autonomi in tutto e per tutto. La maturità sessuale dei giovani tacchini si raggiunge già con l'autunno, in un tempo quantificabile in circa 7 mesi, sia per i soggetti maschi che per le femmine.

Tacchino Ermellinato di Rovigo: allevamento e nutrizione

Quando pensiamo all'allevamento per questa razza di tacchini, dobbiamo tenere in considerazione alcune caratteristiche peculiari che ne miglioreranno la produttività.

L'ermellinato di Rovigo è un tacchino abbastanza rustico, molto adatto all'allevamento in zone montuose o collinari: infatti è un eccellente pascolatore e si trova a proprio agio a seguito di un gregge. 

Sotto il profilo dell'alimentazione non si dimostra difficile da accontentare: notoriamente il tacchino è un buongustaio che si nutre di quasi tutto ciò che trova, ma nel caso dell'ermellinato siamo anche di fronte ad un abile cacciatore, che ha tra le sue prede preferite insetti di vario genere: cavallette e piccole serpi che si possono trovare in campagna vicino ai corsi d'acqua. 

Per avere una situazione di allevamento ottimale serve dunque uno spazio piuttosto ampio (possibilmente un vero e proprio pascolo), dove il tacchino possa esternare questa sua rustica esuberanza, mentre come cibo è consigliabile alternare alcuni alimenti che l'animale può cacciare per dare sfogo alla sua indole, a dei mangimi per tacchini appositi che vengono composti da miscele di vari cereali.

L'allevamento del tacchino ermellinato di Rovigo è quasi esclusivamente destinato alla produzione di carne, quindi sono da conoscere nel dettaglio anche le tempistiche per la macellazione dell'animale. Per avere produzioni di pregio sotto il profilo della qualità della carne, è consigliabile non superare le 22 settimane di allevamento, corrispondenti ad un totale di circa 150 giorni.

Vai all'articolo precedente:Oca delle Hawaii: caratteristiche e allevamento
Vai all'articolo successivo:Tacchino Romagnolo: caratteristiche e allevamento
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
Torna su
Cookie Image