Italiano
Lista Desideri
  
Menu

Samoiedo: caratteristiche, addestramento, alimentazione

Samoiedo: caratteristiche, addestramento, alimentazione

Hai mai sentito parlare del “sorriso dei Samoiedo”? È l’espressione tipica di questo cane bianco e soffice: gli occhi scuri e dolci e gli angoli della bocca rialzati gli danno un caratteristico aspetto comico e sornione.

Questa razza deriva da una serie di incroci di epoca moderna, ma le sue origini genetiche più profonde sono antichissime: era infatti un cane da pastore dei Nenci, popolazione nomade siberiana che allevava renne.

Se stai pensando di prendere un cane Samoiedo come animale domestico, stiamo per darti qualche consiglio per prenderti cura di lui al meglio!

Samoiedo: carattere docile, pessimo guardiano, straordinario con i bambini

Le caratteristiche comportamentali essenziali del Samoiedo sono l’amichevolezza e la socievolezza.

A volte vengono dipinti come testardi e cocciuti, ma in realtà sono solamente manifestazioni della loro sensibilità ed intelligenza. Se addestrati correttamente, facendo loro capire chi è il capo famiglia, o il capo-branco (sono animali da tiro, che apprezzano il lavoro di squadra e la presenza di un leader), diventano estremamente ubbidienti.

La loro attitudine al branco non li rende cani indipendenti o che apprezzano la solitudine: occuparsi di un Samoiedo sarà molto simile a dedicarsi alla cura di un bambino, che ha bisogno di gioco, di coccole e di attenzioni continue.

Giocano e socializzano volentieri sia con gli sconosciuti che con gli altri cani: attenzione però a tenerli sempre d’occhio perché la loro natura semi-selvatica e abituata alle condizioni difficili li porterà ad allontanarsi per esplorare l’ambiente.

Come addestrare un Samoiedo

Per evitare che causi pasticci in casa, ha bisogno di praticare moltissimo movimento fisico e necessita di ampi spazi in cui muoversi. Essenso curioso ed esploratore, deve essere sempre sorvegliato quando si allontana. Tende ad annoiarsi facilmente, per cui se lasciato solo, anche per pochi minuti, deve avere a disposizione giocattoli stimolanti con cui tenersi impegnato: altrimenti finirà per accanirsi sui divani o sui mobili (motivo per cui un Samoiedo in appartamento rischia di soffrire, e far soffrire i propri padroni).

Sia che si parli di Samoiedo maschio o Samoiedo femmina non ci sono differenze di genere nel carattere di questo cane ed esiste poca diversità in ambito di addestramento: tre sono infatti i fattori fondamentali nell’educazione di questa razza:

  • Adottare un cucciolo: i cuccioli sono più facili da addestrare rispetto agli adulti, non avendo assunto comportamenti turbolenti, o quantomeno non più di quelli che hanno tutti i cani di pochi mesi.
  • Rimproverare i dispetti, premiare la risposta ai comandi: questa è davvero la regola d’oro. Rimprovera con tono fermo e sicuro l’animale se si comporta in modo inadeguato, ma non dimenticarti di premiarlo con un piccolo snack e qualche minuto di giochi se si comporta bene. Associerà in fretta il premio al buon comportamento e capirà che se desidera giocare o ricevere attenzioni dovrà essere educato.
  • Identificare un leader sicuro di sè e disponibile: la muta di cani da slitta da sempre l'idea del capo ad un leader, che a sua volta “trasmette” alla squadra gli ordini del padrone. É necessario che in casa sia presente un sostituto di questo capo-branco, che educhi con fermezza, elargisca premi e coccole, ma che non manchi di rimproverare i comportamenti inappropriati. Se il cane è sicuro di poter fare affidamento su questo leader, difficilmente lo tradirà comportandosi male. Vista la premura che hanno nei confronti dei più piccoli, potrebbero intendere come capo-branco uno dei vostri figli (specie se non molto piccolo): in questo caso, qualche lezione di addestramento professionale sarà d’aiuto al bambino per relazionarsi efficacemente e con determinazione con il cucciolo.

Cura e alimentazione del Samoiedo

Come abbiamo visto, la razza Samoiedo è caratterizzata da vivacità ed energia, cosa che richiede un grosso introito calorico, specialmente proteico. La domanda sorge quindi spontanea, anche alla luce delle sue dimensioni: quanto mangia un samoiedo? E cosa mangia?

Crocchette di alta qualità, eventualmente arricchite da un integratore di olio di fegato di merluzzo o lievito di birra, saranno utili a rendere il pelo lucidissimo, folto e morbido e a garantirgli un buon apporto di nutrienti. Un animale adulto avrà bisogno di almeno 450/550 grammi di cibo al giorno. Se puoi occupartene, prepare in casa il cibo sarà sicuramente una soluzione valida: di base, il Samoiedo non ha esigenze alimentari specifiche.

Attenzione solamente al peso. Se annoiato e non abbastanza stimolato con il gioco, il Samoiedo ingrassa facilmente (è una caratteristica tipica dei cani abituati ai climi freddi: il grasso serve a proteggerli dalle temperature rigide) e può accusare problemi cardiaci e scheletrici, in particolare alle anche e al bacino. Per fortuna, questo cane potrebbe giocare per ore se ha un po’ di compagnia: non sarà quindi difficile fargli smaltire le calorie quotidiane.

Infine è importante la toelettatura. Sapere come spazzolare un samoiedo è importante per mantenerne il pelo lucido e vaporoso che lo caratterizza. È bene quindi inumidirlo leggermente con un classico "spruzzino" d'acqua e poi passare la spazzola in contropelo. Questo permetterà di pettinarlo e lavarlo contemporaneamente.

Vai all'articolo precedente:Bulldog francese: carattere, alimentazione, educazione
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image