Italiano
Lista Desideri
  
Menu

Cosa mangiano i pulcini: alimentazione e quantità corrette

Prendersi cura di pulcini appena nati è una grande responsabilità: si tratta di animali molto fragili e sensibili che necessitano di un ambiente sicuro e di un'alimentazione adeguata alle diverse esigenze della fase di vita che affrontano. Andiamo quindi a vedere cosa mangiano i pulcini di gallina e come prendersene cura affinché crescano sani e forti. 

Come qualsiasi animale in fase di crescita, un pulcino deve seguire un'alimentazione che equilibri adeguatamente proteine, carboidrati, minerali e vitamine. Il mangime per pulcini appena nati sarà quindi diverso da quello per pulcini in età più avanzata. È sempre bene seguire scrupolosamente le indicazioni riportate sulle schede informative dei vari mangimi e, in caso di dubbio sull'effettiva età di un pulcino, contattare un esperto in grado di determinarla. 

Per alimentare correttamente un pulcino bisogna quindi seguire una dieta commerciale. È fondamentale sapere come scegliere il mangime adatto, come somministrarlo nella maniera corretta ed è altrettanto importante sapere come arricchire la dieta con un mangime per pulcini fatto in casa, in modoa da integrare con il tempo tutti gli elementi nutritivi di cui hanno bisogno con la crescita.

Sul mercato si possono trovare diverse gamme di prodotti adattati alle esigenze nutrizionali di ogni fascia d'età: dall'alimentazione pulcini appena nati a quella dedicata, dopo le prime settimana di vita, ad animali destinati al consumo della carne piuttosto che al consumo delle uova. Nel caso si stia seguendo la crescita di galline a scopo decorativo, come animali domestici, sarà indicata un'alimentazione ancora diversa. Per le prime settimane di vita, ad ogni modo, la dieta è uguale per tutte le tipologie di pulcini.

Alimentazione pulcini di gallina appena nati 

Il pulcino che esce dall'uovo ha un aspetto già piuttosto sviluppato ma ha comunque bisogno di calore e di una dieta adeguata. Osservando come mangiano i pulcini appena nati, notiamo che sono già in grado di mangiare da soli ma è comunque sempre meglio incoraggiarli, bagnandogli il becco con l'acqua e avvicinandoli alla mangiatoia. Dal momento che all'interno dell'uovo erano comunque ben nutriti, non è il caso di allarmarsi se per le prime 24-48 ore dall'uscita dall'uovo non mangiano. 

È importante prestare attenzione a cosa mangiano i pulcini appena nati: necessitano di granaglie, mangimi e farine ben miscelati, in modo che i vari nutrienti siano ben proporzionati in base alla loro fase di crescita. Generalmente in vendita si trovano mangimi commerciali formulati appositamente per questa fase della loro vita, che possono essere somministrati fin dal primo giorno. 

Questi mangimi contengono spezzato di granturco fine, farina d'estrazione di soia, soia integrale tostata, panello di germe di granturco, glutine di granturco, crusca grano tenero, fosfato bicalcico, carbonato calcio, olio di germe di granturco ed altri integratori di vitamine e sali minerali. I pulcini dovrebbero mangiare mangimi di elevata qualità, realizzati appositamente per stimolare una crescita regolare e bilanciata. Può capitare però di trovare sul mercato mangimi industriali con molte vitamine, sali minerali ed integratori che stimolano troppo il processo di crescita. Si tratta di prodotti che andrebbero miscelati con farine semplici e granaglie sminuzzate come legumi, frumento, miglio e mais. 

Cosa mangiano i pulcini maturi 

I pulcini non vengono più considerati neonati nel momento in cui non hanno più bisogno della lampada ad infrarossi ed entrano in una fase di crescita in cui il fabbisogno proteico rappresenta circa il 20% dell'alimentazione totale. È importante continuare ad offrire loro alimenti per la crescita fino a circa 4-5 mesi, quando i pulcini raggiungono la maturità sessuale. 

Il cibo tritato è il più adatto in questa fase, considerato che a mano a mano che crescono sono in grado di mangiare pezzetti più grandi. È possibile anche fornire sabbia per galline. Nelle galline, la macerazione del cibo avviene nel ventriglio grazie all'aiuto di ghiaia o piccoli sassi e, spolverando un po' di sabbia per galline sul cibo, possiamo aiutare questo processo per i pulcini. 

Oltre alla dieta di base, che dev'essere incentrata sul mangime commerciale, possiamo integrare con altro cibo come: carne, pesce, formaggio, verdure, frutta, pomodori, pane. Per quanto riguarda la quantità di mangime da dare ai pulcini in rapporto al resto dell'alimentazione, diciamo che le integrazioni non dovrebbero mai costituire più del 10% della dieta

Ci sono pochi alimenti sconsigliati: cipolle, agrumi, avocado, bucce di patate, foglie di rabarbaro o fagioli secchi. Nel caso in cui i pulcini vivano in un pollaio esterno, essi inizieranno ad ingerire sabbia e ghiaia da soli, oltre a nutrirsi anche di erba, semi, insetti, lumache, vermi ed altro. 

Come nutrire pulcini di gallina 

È importante stare sempre particolarmente attenti quando viene immagazzinato il mangime. Nel caso in cui si bagnasse e si formasse muffa è molto importante buttarlo perché, se ingerito dagli animali, potrebbe causare loro malattie. Per evitare questo, è buona abitudine controllare la quantità di cibo che compriamo e conservarlo in luoghi asciutti e ben riparati. 

Occorre avere a disposizione una mangiatoia delle giuste dimensioni, proporzionata al numero dei pulcini, che eviti di creare sovraffollamento. Inoltre, deve essere provvista di una base che permetta loro di accedere facilmente al cibo, mantenendo la giusta proporzione tra capienza e altezza. Un'ultima nozione di estrema importanza è quella di somministrare tutti giorni acqua fresca utilizzando un abbeveratoio

Vai all'articolo precedente:Temperatura per incubare uova di gallina: qual è e come mantenerla stabile
Vai all'articolo successivo:Pulcini con il raffreddore: cosa fare e come curarli
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image