Coniglio olandese nano: carattere, cura e alimentazione

15 Novembre 2021
Coniglio olandese nano: carattere, cura e alimentazione

Il coniglio olandese nano è a tutti gli effetti un tenero animale domestico che sempre più spesso possiamo trovare nelle case degli italiani, attirati dall'aspetto così dolce e morbido di questa specie.

Le sue caratteristiche peculiari ne fanno un ideale compagno, ma oltre al carattere, anche la sua cura è abbastanza semplice, cosa che permette di tenerne uno in casa senza particolari problemi.

Vediamo allora cosa c'è da sapere prima di adottare uno splendido coniglio olandese nano.

Coniglio nano olandese caratteristiche

Questa razza di conigli ha un aspetto abbastanza tradizionale e non presenta particolari differenze rispetto ad altre specie.

Sotto il profilo della stazza, parliamo di un coniglio di piccole dimensioni e molto compatto, caratterizzato da un pelo folto e molto morbido. Questo aspetto lo rende uno dei più amati conigli da compagnia che si possano desiderare.

Infatti la sua è la tipica immagine del coniglietto domestico: si distingue da altre razze per via della caratteristica macchia bianca all'altezza del muso, contornata dal mantello di pelo nero che attornia gli occhi.

Sostanzialmente il manto è bicolore e la coda quasi non si vede, a causa delle dimensioni ridotte dell'animale e del pelo molto folto che la nasconde.

Come peso siamo nella media di un coniglio di piccole dimensioni: un coniglio nano olandese arriva al massimo a 3 kg, un peso che deve essere rispettato per mantenere l'animale in buona salute.

Coniglio nano olandese carattere

Questa particolare specie di coniglio si rivela molto mansueto e tranquillo, in grado quindi di essere agevolmente ospitato in una casa anche in presenza di bambini, che potrebbero involontariamente infastidire l'animale.

La sua indole è quindi tranquilla ed affettuosa: soprattutto se allevato fin dalla tenera età, il coniglio nano olandese saltellerà per casa con fare curioso e vispo, sempre però alla ricerca di coccole e contatto fisico, di cui si dimostra molto amante.

Si tratta quindi di una razza facile da tenere a bada, perché difficilmente si lascerà andare a scatti di nervosismo e riuscirà a convivere pacificamente con altri animali domestici e con gli umani della casa.

L'unico aspetto che forse lo penalizza nella convivenza domestica è una spiccata tendenza al rosicchiare: ovviamente parliamo di un coniglio, quindi questa non rappresenta una novità, ma il piccolo olandese nano ha una passione molto accentuata per gli angoli dei mobili e per le gambe di sedie, divani e poltrone. Accogliendolo in casa, dobbiamo quindi mettere in preventivo questo inconveniente.

Avere cura di un coniglio olandese nano

Adottare un piccolo coniglio olandese nano è comunque una cosa non esente da responsabilità, e chi lo accoglie in casa deve fare attenzione ad alcune piccole cose. Parlavamo poco fa della tendenza a rosicchiare di tutto, e questo naturale comportamento potrebbe essere pericoloso per l'animale se si lasciano a portata di coniglio cavi elettrici, ad esempio.

L'attenzione è la base della cura di questo animale, ma da sola non basta a rendere felice un coniglio olandese nano: questo animaletto deve anche vivere nelle condizioni ideali, avendo quindi a disposizione degli spazi propri.

Solitamente il coniglio olandese nano non necessita di gabbiette e, anzi, ama scorrazzare per casa libero. Nei casi in cui è necessario tenerlo isolato per qualche ora dal resto della casa, è utile pensare a qualcosa che sia più simile ad un recinto piuttosto che una gabbia, di modo che l'animale non si senta troppo sacrificato a livello di spazio.

Per quello che riguarda le questioni igieniche, il coniglio olandese nano impara tranquillamente a fare i propri bisogni in una lettiera. È bene ricordare però che la sabbia che utilizziamo per i gatti risulta tossica per i conigli, e quindi è consigliabile utilizzare nella lettiera del normale pellet o trucioli di legno.

Come pulizia personale, il coniglio si gestisce abbastanza bene da solo: è sconsigliato lavarlo con acqua, cosa che potrebbe anche causargli un infarto dallo spavento, ma basterà spazzolarlo e usare al massimo qualche salvietta umidificata per animali.

Alimentazione coniglio nano olandese

Altre accortezze, per vivere una vita felice con il proprio coniglio nano olandese, sono quelle relative all'alimentazione: come sappiano, la dieta imposta al coniglio influenza anche la crescita dei suoi denti, e per il coniglio nano olandese questa condizione non si arresta mai, considerando che i suoi denti continuano a crescere.

Pertanto è consigliata una dieta a base di erba, vegetali e fieno per mantenerlo in buona salute. Assolutamente da evitare invece cioccolata ed in generale tutto ciò che è zuccherato.

Quanto vive un coniglio olandese nano

Con queste accortezze potremmo convivere felicemente con il coniglio per parecchi anni: infatti, un coniglio nano olandese arriva fino a 15 anni di vita se curato con amore.

Oltre all'amore e alla giusta cura e alimentazione, è anche fondamentale portare periodicamente il proprio coniglio dal veterinario per completare i cicli di vaccinazioni necessarie, soprattutto per difendersi da malattie come la Mixomatosi e la Mev di tipo 1 e di tipo 2.

Vai all'articolo precedente:Coniglio d'Angora: carattere, alimentazione, allevamento
Vai all'articolo successivo:Coniglio Alaska: caratteristiche e cura
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.

Iscriviti alla Newsletter ed ottieni il 5% di Sconto!

Subito per te un Coupon da utilizzare sul Tuo Acquisto!

Iscriviti subito×
Torna su