Come integrare il calcio alle galline: consigli utili

8 Luglio 2022
Come integrare il calcio alle galline: consigli utili

Il calcio è un elemento fondamentale nell'alimentazione delle galline, per dar forza alle loro ossa e struttura alle loro uova. 

In commercio esistono degli integratori di calcio per galline già miscelati e confezionati, da mettere a loro disposizione nelle mangiatoie del pollaio.

Esistono anche dei metodi del tutto naturali, per fornire alle galline un'alimentazione sana e biologica, che supporti la loro crescita e il loro mantenimento.

Come fornire calcio alle galline

Purtroppo la mancanza di calcio alle galline non la si riconosce immediatamente, ma soltanto nel lungo termine.

Ci sono alcuni fattori che ci fanno capire quando è necessaria l'integrazione di alimenti ricchi di calcio per galline, e i principali sono: 

  • il guscio delle uova che producono, se di consistenza molle, molto sottile o malformato;
  • il piumaggio della gallina, scarso o a macchie;
  • il comportamento della gallina, se appare debole e spossata razzolerà con difficoltà preferendo rimanere appollaiata in disparte dal resto del pollaio.

Le galline sono animali molto resistenti, in particolar modo le ovaiole. Pur di produrre le uova per cui sono predisposte, sottraggono il calcio necessario alle loro stesse ossa. 

Per questo è importante non far mancare alla loro dieta del calcio aggiuntivo. Ci sono vari metodi per farlo e senza il bisogno di acquistare confezioni già pronte. Sarà sufficiente far trovare nel loro pascolo dei contenitori di sassolini finemente triturati o del carbonato di calcio per galline.

Nei pascoli liberi, infatti, le razzolatrici più vivaci becchettano da sé tutto ciò di cui hanno bisogno: le proteine di insetti, lombrichi e larve, le sementi, le erbette fresche e anche dei sassolini, ricchi degli elementi minerali di cui hanno bisogno.

Se, invece, volete integrare il calcio direttamente nei loro beccatoi, potete mescolare della polvere di marmo o dei gusci d'uovo ben sminuzzati alle granaglie.

Nelle nostre cucine spesso i gusci d'uovo si considerano rifiuto organico, non sapendo che si possono riutilizzare nella dieta del pollaio o nell'orto. Ricchi di calcio lo rilasciano nell'organismo dei polli, come nel terreno per la crescita delle piante. 

È importante però che vengano ben tritati da renderli irriconoscibili alle galline, o il rischio sarà quello che alla prossima deposizione invece di prestarsi alla cova, le rompano pensando siano il loro pasto!

Da quando si inizia la somministrazione del calcio aggiuntivo si dovrebbero notare dei miglioramenti in una decina di giorni circa, sia sul benessere delle galline, sia sulla struttura delle loro uova e sulla frequenza di produzione.

Galline carenza di calcio: una dieta equilibrata e naturale

Per rendere felice e sana una gallina, l'alimentazione da seguire è questa:

  • 15% circa di proteine, un po' di più per i pulcini in fase di crescita e leggermente meno per gli esemplari più anziani, che muovendosi meno di conseguenza ne bruciano meno;
  • 35% circa di grano macinato, come mais, riso, orzo, avena, piselli e farro;
  • 20% circa di semi oleosi, come quelli di girasole, lino e canapa, ricchi di omega 3 e omega 6, macinati insieme al grano;
  • 45% circa di verdure fresche, non appassite o avanzate dai vostri pasti, da sistemare nelle rastrelliere del pollaio sollevate da terra perché non vengano danneggiate da batteri o muffe.

E ovviamente l'integrazione di calcio di cui hanno bisogno con conchiglie, ossi di seppia, sassolini e gusci triturati.

Gli alimenti da evitare sono invece:

  • fagioli secchi, troppo duri da becchettare;
  • avanzi conditi, salati o ammuffiti;
  • bucce di patate e melanzane, gli alimenti cioè che contengono la solanina, glicoalcaloide tossico per le galline;
  • pomodori verdi non maturi e agrumi, l'acido infatti fa assumere meno calcio alla gallina;
  • cioccolato e dolci;
  • cipolle;
  • carne;
  • pane bagnato, contrariamente a quanto si pensi è sempre meglio somministrarlo secco e grattato nelle granaglie.
Vai all'articolo successivo:Come combattere l'acaro rosso dei polli
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.

Iscriviti alla Newsletter ed ottieni il 5% di Sconto!

Subito per te un Coupon da utilizzare sul Tuo Acquisto!

Iscriviti subito×
Torna su