Italiano
Lista Desideri
  
Menu

Come allevare un Golden Retriever: i nostri consigli

Come allevare un Golden Retriever: i nostri consigli

Compare sicuramente tra le razze più popolari di sempre, complice il suo atteggiamento gioviale e amichevole che contribuisce a renderlo uno dei cani più adatti per una famiglia. Stiamo parlando del Golden Retriever, amatissimo soprattutto dai bambini, che si distingue per la sua intelligenza e per l’immagine di cane affettuoso e amorevole. Fantastico nuotatore, è di fatto un cane da riporto e da cerca che si contraddistingue per la taglia grande e per il carattere decisamente socievole che lo ha reso popolare nel corso degli anni. Come si presenta il carattere del Golden Retriever? Quali sono le sue caratteristiche? Ecco una guida utile per conoscere a fondo tale razza.

Golden Retriever caratteristiche

La razza Golden Retriever ha origini inglesi. Ad oggi particolarmente diffuso in Europa e nel Nord America, risulta apprezzatissimo come cane da caccia e da riporto: amante dell’acqua, viene di sovente impiegato dalla Protezione Civile come cane da salvataggio.

Si tratta di un cane di taglia grande e dal corpo robusto e potente, perfettamente equilibrato e allineato. Il suo pelo è piuttosto lungo e sfrangiato e può risultare sia ondulato che piatto, di colore tra dorato e crema. Presenta inoltre un sottopelo spesso e impermeabile. La sua testa è ampia, dal taglio marcato: il cranio è lungo quanto il muso, contraddistinto dal naso nero. Le sue orecchie sono di medie dimensioni, pendenti e attaccate all’altezza degli occhi marrone scuro.

Presenta inoltre una coda piuttosto lunga, attaccata all’altezza della schiena e che raggiunge il garrese senza tuttavia presentare arricciature. La sua altezza orientativa è tra i 50 e 60 cm variabile in base al sesso, così come il peso che può aggirarsi tra i 24 e i 28 kg per la femmina e tra i 28 e i 32 kg per il maschio.

Golden Retriever carattere

Il Golden Retriever è tendenzialmente docile, mite e molto socievole. Presenta infatti un’indole giocosa, risultando un grande amante della compagnia e perfettamente adattabile alla vita in appartamento. Necessita tuttavia di interagire col mondo esterno, ma anche e soprattutto col proprio padrone, e questo è uno dei motivi per cui ben si presta a eseguire adeguatamente anche compiti in ambito sociale.

Cane da compagnia perfetto per persone anziane così come per i disabili e non vedenti, il Golden Retriever, a causa del carattere socievole e molto giocherellone non  risulta tuttavia adatto alla guardia: non bisogna infatti aspettarsi che protegga il territorio in cui vive, poiché proprio per la sua indole tenderà spontaneamente a risultare espansivo anche con persone che possono potenzialmente rivelarsi ostili. Dolcissimo e fedele alla propria famiglia, risulta perfetto per i bambini, con i quali ama interagire a dispetto della mole piuttosto rilevante.

Golden Retriever: come educarlo al meglio

Come educare un cucciolo di Golden Retriever

L’educazione del Golden Retriever non va confusa con l’addestramento: in questo caso per sapere come addestrare un Golden Retriever, è sempre opportuno rivolgersi a un addestratore professionista onde evitare di sbagliare approccio, determinando eventuali anomalie comportamentali a carico dell’animale. Una volta introdotto il cucciolo in famiglia, sarà necessario operare durante i primi mesi, in quanto il cane risulta più ricettivo agli insegnamento: l’ottimale apprendimento delle regole e delle interazioni sociali rappresenta infatti la base di una relazione speciale col padrone da cui è possibile trarre notevoli soddisfazioni.

Questa razza tende ad adattarsi abbastanza facilmente alla vita in appartamento, nonostante apprezzi comunque una lunga passeggiata durante il giorno, preferibilmente lungo corsi d’acqua dove possa divertirsi facendo un bagno. Necessita di camminare almeno 30 minuti proprio per incanalare la sua energia, ama giocare all’aperto e per questo sarà opportuno tenerlo impegnato mediante giochi che possano divertirlo, preferibilmente all’aperto.

I cuccioli in modo particolare richiedono tempo e attenzione, soprattutto durante i primi mesi di vita: le abitudini e le esperienze acquisite in tale periodo ne influenzano la salute, la personalità e l’atteggiamento per il resto della vita.

Come detto prima, questo cane, nonostante la sua mole, sta bene anche in appartamento. Se però avete la possibilità di tenerlo all'aperto, vi consigliamo l'uso di uno spazioso recinto per cani dotato di cuccia, da usare soprattutto durante la notte.

Alimentazione Golden Retriever

Tra i 2 e i 5 mesi di vita il Golden Retriever tende a raddoppiare il proprio peso corporeo risultando particolarmente vorace. Sarà quindi fondamentale alimentarlo in modo sano, evitando il pericolo di patologie legate all’obesità e all’apparato scheletrico. Il cibo ideale per Golden Retriever è quello secco grain free, così come carne e alimenti freschi preparati a casa che prevedano l’impiego di verdure quali ad esempio carote, bietole e spinaci, rigorosamente bolliti e in modiche quantità.

Come spazzolare un Golden Retriever

Il Golden Retriever presenta un sottopelo piuttosto folto e che necessita di cure costanti e particolari attenzioni. Per questo è necessario spazzolarlo con regolarità almeno una volta al giorno, in modo tale da evitare la formazione di grovigli di pelo difficili da rimuovere se non mediante il taglio del pelo stesso. Per quanto riguarda la toelettatura invece, può essere sufficiente un bagno ogni 2/3 mesi ove compaia la necessità, sempre utilizzando shampoo delicati e prodotti specifici adatti all’utilizzo animale, questo per scongiurare il rischio di reazioni allergiche e dermatiti.

Vai all'articolo precedente:Lupo Cecoslovacco: caratteristiche, allevamento e alimentazione
Vai all'articolo successivo:Malattie della pelle del cane: quali sono e come curarle
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image