Italiano
Lista Desideri
  
Menu

Come allevare cardellini in voliera

Come allevare cardellini in voliera

I cardellini sono tra i piccoli volatili più apprezzati per il loro piacevole e melodioso canto. Rientrano nella classe dei Fringillidi e il loro nome deriva dal cardo, una pianta che produce semi succulenti per questi graziosi uccellini. L'allevamento dei cardellini non è una tecnica molto semplice, in quanto si riproducono con difficoltà quando sono in cattività.

Tuttavia, sono stati prodotti mangimi particolari che aiutano l'allevatore a tenere sotto controllo questa situazione. Vuoi conoscere come allevare i cardellini? In questo articolo potrai scoprire le strategie e le tecniche più utilizzate dagli allevatori per far crescere e riprodurre i magnifici volatili dal piumaggio variopinto e morbido.

Come allevare cardellini: le voliere per uccelli

Prima di allevare i cardellini, devi assicurarti di avere:

  • cardellini di entrambi i sessi
  • voliera per uccelli
  • ambiente con temperatura costante e privo di umidità
  • mangimi specifici.

Per quanto riguarda le gabbie e voliere per uccelli, è bene sottolineare che devono essere scelte con precisione, a seconda del tipo di ambiente. Per esempio, una voliera da esterno per uccelli dovrebbero essere più resistenti agli agenti atmosferici rispetto a quelle per gli ambienti interni. Devono, inoltre, essere abbastanza grandi da permetterne i movimenti.

Anche se i cardellini non soffrono il freddo, non gradiscono l'umidità; a questo scopo possono essere usate stufette elettriche senza impostarle ad alte temperature. Altrimenti è sempre più consigliabile l’allevamento al chiuso.

Alimentazione e rotazione dei semi

È opportuno usare mangimi specifici ed effettuarne la rotazione, in modo da simulare l'alimentazione dei cardellini in natura. In particolare, i semi devono essere alternati a seconda delle stagioni.

Per favorire l'accoppiamento, si deve utilizzare una dieta altamente proteica: ai semi vanno aggiunte uova, pastone e larve di insetti. Si tratta di un tipo di dieta che dovrebbe essere fornita alla maggior parte degli uccelli da gabbia e da voliera. A talproposito ti saranno senz'altro d'aiuto mangiatoie e beverini per voliere.

Qualche accenno sulla riproduzione

Oltre a questi accorgimenti, occorre lasciare un piccolo spazio alla femmina per effettuare la nidificazione. Inoltre, lo spazio della voliera deve essere sufficientemente grande per evitare eventuali contese tra i maschi.

Uno dei principali problemi della cova, è che la femmina potrebbe disporre le uova al di fuori del nido o rifiutarsi di covarle specialmente se è un individuo giovane: in questo caso, devono essere affidate ad una balia.

Durante la cova, inoltre, i due cardellini devono essere separati; il maschio può essere posto in una gabbia vicina in modo che la femmina possa sempre vederlo e riesca, allo stesso tempo, a covare in tranquillità, evitando comportamenti aggressivi dovuti alla mancanza di spazio.

Vai all'articolo precedente:Come allevare canarini da canto
Vai all'articolo successivo:Come allevare canarini in voliera
Commenti:
5
    MAURIZIO ANTONIO MITRUGNO
    03/01/2019 10:15
    BUONGIORNO VORREI UN AIUTO SONO UN ALLEVATORE ALLEVO CANARINI ED DIAMANTE DI GOLD IN VOLIERE SEPARATE ALL'APERTO PERO RIPARATE,NON RIESCO MAI AD AVERE UNA RIPRODUZIONE BELLA INTENDO UCCELLINI SU 10/15 COPPIE RIESCO A FARE MASSIMO 10/12 UCCELLINI, AVENDO FATTA LA PREPARAZIONE PRE COVA PER MALATTIE IN GENERE ,ECC.DOMANDA :VORREI PROVARE AD METTERE IN GABBIA QUALCHE COPPIA DI CANARINI I DIAMANTE DI GOLD NO PERCHE SONO GIA IN COVO SIAMO ALLA FINE QUASI , SBAGLIO O FACCIO BENE
    mauro
    16/08/2019 11:17
    forse ottieni piu' nascituri mettendoli ogni coppia a gabbia da cova, e tenere a portata di mano passeri del Giappone in cova, in caso la femmina del gold non è affidabile puoi mettere le uova sotto i passeri del Giappone,sono garantiti ad allevare, poi usare da balia anche i Diamantini, ciao buona fortuna!!
    antonio
    20/05/2019 14:27
    Buongiorno . Ho bisogno di consigli. Sono poco pratico. Mi hanno regalato una coppia di "incardellati del Venezuela ,nati in Agosto 2018-Li ho sistemati in una gabbia di cm 60x32 adatta per la cova. C'è anche l'eventuale divisorio . Ho sistemato il piccolo nido all'interno ,spero che mi rallegrino con una bella nidiata. CHIEDO cortesemente di consigliarmi per l'alimentazione prima e dopo per i piccolini . Non vorrei sbagliare e farli patire - Ringrazio vivamente ed attendo una Vostra gentilissima risposta . Antonio da Prato -
    mauro
    16/08/2019 11:07
    Forse sono dei cardinalini del Venezuela, a parte gli Incardellati non sono fecondi,non fare mancare il pastoncino all'uovo una miscela di semi, e l'osso di seppia, se non litigano puoi tenerli senza divisorio, poi x la nidiata devono stare pronti entrambi, puoi accorgetene se il maschio canta e rincorre la femmina, la femmina se si mostra aggressiva a confronto del maschio devi dividerli, forse la femmina non è pronta, oppure vuole il suo tempo,dopo se noti che il maschio tramite le sbarre la imbocca, è gia' un buon segnale la coppia si sta formando, poi se noti che la femmina inizia a costruirsi il nido a questo punto togli il divisorio per la monta, con questo ti saluto e buona fortuna!!



    Enzo
    28/12/2019 10:06
    Ciao mi chiamo Enzo, vorrei sapere come mantenere in estro i maschi durante le cove, visto che dopo la prima alcune uova non sono fertili, come mai grazie Enzo
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image