Bracco Italiano: caratteristiche, addestramento, alimentazione

14 Dicembre 2021
Bracco Italiano: caratteristiche, addestramento, alimentazione

Il bracco italiano è quella razza di cane che ci immaginiamo quando pensiamo ad un animale da caccia, che sia al contempo anche un fedele e leale amico di tutti i giorni. Il suo aspetto è altamente riconoscibile e rappresenta davvero in tutto e per tutto il prototipo del cane da caccia.

Si tratta peraltro di una razza canina estremamente antica, tanto da trovarne delle citazioni persino nell'epoca dell'antica Grecia all'interno di alcune opere letterarie risalenti al periodo ellenico. 

Citato anche da Dante, questa tipologia di cane è divenuta sempre più celebre nel corso del tempo, tanto da essere per secoli il cane preferito dalle famiglie benestanti, che potevano sfruttarlo per la caccia oltre che per la compagnia di tutti i giorni. 

Dopo una fase di appannamento della popolarità della razza durante la metà del 900', questa razza così classica è tornata ultimamente in auge.

Vediamo allora quali sono le caratteristiche di base di questo cane meraviglioso, detto anche il «il filosofo della caccia» per la sua indole così sedimentata nel tempo.

Caratteristiche bracco italiano: come si presenta alla vista questa razza

Quando parliamo di bracco italiano da caccia vediamo un animale dalle inconfondibili forme canine, estremamente proporzionato ed elegante con un portamento fiero come deve essere un animale della sua specie e con il suo carattere.

Questo tipo di cane si caratterizza per un torace ampio, un corpo muscoloso e nerboruto sovrastato dal pelo corto ma comunque morbido e molto folto.

Le colorazioni riconosciute per il bracco da caccia italiano sono solo alcune e nello specifico:

  • Bracco italiano bianco: quando il pelo è interamente di colore bianco;
  • Bracco italiano marrone: con una peluria di colore bianco con larghe chiazze di colore marrone;
  • Bracco italiano grigio: che spesso si identifica con il Weimaraner per forma e caratteristiche.

Esistono anche delle razze di bracco italiano con la presenza di chiazze di colore arancio o di striature sempre arancioni ma di tonalità più leggera.

Per il resto questa razza presenta orecchie grandi come si conviene ad un cane da caccia che deve quindi captare i rumori in maniera precisa, e queste dimensioni in base al sesso dell'animale:

  • Bracco maschio:
    • Altezza al garrese tra i 58 e i 67 cm
    • Peso tra i 25 e i 40 kg
  • Bracco Femmina:
    • Altezza al garrese tra i 55 e i 62 cm
    • Peso: tra i 18 e i 33 kg

Carattere del bracco da caccia italiano

Questo cane è per natura un grande lavoratore ed un cane molto incline alla fatica. Parliamo di un animale dal carattere comunque docile ed estremamente obbediente.

Di indole è senza dubbio affettuoso e giocherellone, soprattutto nei primi mesi di vita, e per questa sua caratteristica si integra perfettamente anche con i bambini di casa, verso cui può facilmente sviluppare un senso protettivo molto spiccato.

La razza è di natura molto intelligente, veloce sia fisicamente che di mente, queste peculiarità unite alla sua conformazione lo definiscono come cane da caccia per eccellenza in molte delle sue accezioni. Possiamo infatti riferirci alla caccia degli animali, soprattutto volatili. Il bracco si dimostra estremamente efficiente nella cattura e nel recupero di pernici, beccacce, fagiani e quaglie.

Ma questa sua indole è estremamente utile anche per altri tipi di caccia. Storicamente il bracco italiano è utilizzato nei boschi per scovare tuberi di vario genere grazie al suo olfatto estremamente sviluppato. Il bracco italiano da tartufi era infatti una delle razze più ricercate ed apprezzate dalle famiglie benestanti italiane, che erano solite avere lunghe sessioni di caccia al prezioso tubero con questo animale.

Questi utilizzi della specie sono possibili anche per via della sua estrema intelligenza: addestrare un bracco italiano non dovrebbe essere un'operazione troppo difficoltosa soprattutto nei primi mesi di vita dell'animale, utilizzando le classiche tecniche di rinforzo positivo quando il cane compie delle azioni meritevoli di un premio.

Alimentazione bracco italiano: cosa e quanto deve mangiare?

Attenzione a cosa diamo da mangiare al nostro bracco da caccia italiano. Infatti, si parla di un animale particolarmente goloso, che si contraddistingue per una enorme voracità. Il nostro amico a 4 zampe mangerebbe sempre, quindi la sua alimentazione deve evitare assolutamente cibi grassi e dolci. 

Di base possiamo alimentare il bracco italiano con carne, riso e verdure che compongono una varietà di cibi molto equilibrata.

Per via della sua tendenza a mettere peso velocemente è consigliato far fare molto esercizio ed evitare gli spuntini fuori pasto.

Quanto vive un bracco italiano?

Dopo aver visto quanto mangia un bracco italiano passiamo a cose più strettamente legate alla sua salute e all'aspettativa di vita.

La vita media di un bracco italiano è di circa 12 anni nonostante non sia un animale troppo soggetto a malattie congenite. L'unico problema che si segnala comunemente è quello di alcune dermatiti che possono però essere facilmente prevenute con frequenti spazzolamenti del cane. 

 

Vai all'articolo precedente:Leonberger: carattere, educazione ed alimentazione
Vai all'articolo successivo:Beagle: carattere, educazione, alimentazione
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su