Alimentazione cane anziano: quale e quanto cibo dare al nostro pet

22 Agosto 2022
Alimentazione cane anziano: quale e quanto cibo dare al nostro pet

Come per l'uomo, anche l'alimentazione del cane anziano subisce delle modifiche con l'avanzare degli anni.

Per supportare gli acciacchi fisiologici dell'invecchiamento dell'animale, quando l'età adulta viene superata e si avvicina quella che si definisce età geriatrica, si rendono necessari delle piccole variazioni alimentari nella dieta del cane anziano

L'età geriatrica di un cane è strettamente relazionata alla sua taglia. Per i cani di piccola taglia l'anzianità comincia dai 10-12 anni di vita, mentre scende ai 7-8 per quelli di taglia grande.

Ovviamente l'anzianità del cane è un processo di declino dallo scavallare dell'età adulta, proprio come per l'uomo. La si avvista da alcuni cambiamenti fisiologici del cane (non solo dall'imbiancare del pelo!) come:

  • il rallentamento del metabolismo basale (quello che garantisce le azioni basiche del cane, come respirare ad esempio);
  • la perdita di massa muscolare;
  • una minor capacità dell'apparato digerente e urinario (insufficienza renale);
  • una minor capacità cardiaca e sensoriale (riduzione della vista e della capacità uditiva).

L'alimentazione corretta del cane anziano serve per salvaguardare il suo organismo da tutti questi cambiamenti fisici dovuti all'età. Deve essere modificata passo passo, nessun cambiamento drastico, perché con l'anzianità si riduce anche la capacità di tolleranza del cane, rischiando l'inappetenza e il deperimento prematuro.

Se il vostro cane anziano non mangia non è sempre dovuto a una qualche patologia, può semplicemente non gradire le modifiche che avete apportato alla sua alimentazione. Abbiate pazienza e provate più soluzioni senza fretta, troverete insieme un nuovo equilibrio necessario alla sua buona salute.

Cosa deve mangiare un cane anziano sano

Un cane anziano privo di particolari patologie, e quindi sano ha bisogno di proteine, grassi, carboidrati e fibre, ma in quantità diverse rispetto all'età giovane e adulta. Con l'invecchiamento, infatti, si riduce il suo fabbisogno energetico, proprio come per l'uomo, quindi si dovranno ridurre alcune dosi.

Sul quanto deve mangiare un cane anziano la risposta non può essere univoca, perché ogni caso va valutato con competenza. È però consigliabile diminuire le quantità di cibo a pasto, non la qualità.

Cosa mangia un cane anziano nello specifico

  • Proteine: vitello, tacchino, pollo, agnello, uova e pesce.

Le proteine sono molto utili per il cane anziano, perché servono a rallentare la fisiologica perdita di massa muscolare, quindi favoriscono il mantenimento della forza dell'animale e la ricostituzione della sua struttura. Servono inoltre a evitare l'ingrassamento del cane, perché sono più facilmente assimilate rispetto a carboidrati e grassi. Inoltre, la convinzione che le proteine provochino insufficienza renale è del tutto errata. Nel cane anziano, la quantità di proteine non va diminuita ma bensì aumentata

  • Grassi: salmone e pesce bianco, olio di pesce, pollo, maiale e grasso d'anatra

L'eccessiva somministrazione di grassi nel cane anziano predispone l'animale all'obesità, in quanto le sue capacità digestive diminuiscono e potrebbero condurre facilmente all'ingrassamento. La presenza di feci mucose è il campanello d'allarme che segnala l'eccessiva somministrazione di grassi, non assimilati correttamente. La riduzione di grassi nella dieta del cane riguarda la quantità ma non la qualità. Favorite gli acidi grassi essenziali (omega 3 e omega 6) con degli eventuali integratori.

  • Carboidrati: cereali, farine di avena, di orzo, di semi di lino, integrali.

La capacità di assimilare carboidrati non è la prerogativa dei cani nemmeno in età adulta. Un sano cibo per cane anziano prevede pochi carboidrati, quindi la quantità andrà ridotta. La percentuale dev'essere molto inferiore rispetto a quella delle proteine. I cereali (riso o pasta) devono essere ben cotti, anche due volte, per eliminare l'amido e renderli più facilmente digeribili.

  • Fibre: frutta e verdura.

La quantità di fibre va aumentata nella dieta del cane anziano, perché aiutano la mobilità del colon ed evitano la stitichezza.

Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.

Iscriviti alla Newsletter ed ottieni il 5% di Sconto!

Subito per te un Coupon da utilizzare sul Tuo Acquisto!

Iscriviti subito×
Torna su