Italiano
Lista Desideri
  
Menu

Alaskan Malamute: carattere, alimentazione e allevamento per un esemplare forte e sano

Alaskan Malamute: carattere, alimentazione e allevamento per un esemplare forte e sano

L’Alaskan Malamute è un cane di taglia grande appartenente alla categoria dei “Cani da Grande Nord” o delle razze artiche, nate e cresciute nelle zone più remote e più fredde della Terra, quindi tra Lapponia, Siberia, Alaska e Groenlandia. Scopriamo il carattere, l’alimentazione e i consigli per l'allevamento di questo splendido cane.

Alaskan Malamute: caratteristiche fisiche

Si tratta di un cane di taglia medio-grande, potente e robusto, dal portamento maestoso, con una pelliccia folta e lunga quanto basta per proteggerlo adeguatamente dalle temperature molto rigide delle zone in cui generalmente vive.

Le colorazioni standard ammesse per il suo pelo spaziano dal grigio chiaro al nero, ma si trovano anche in bianco uniforme.

Caratteristiche fisiche di un Alaskan Malamute

Alaskan Malamute carattere

Il carattere del Malamute, nonostante sembri un lupo, è meraviglioso, in quanto non è un animale aggressivo, anzi è piuttosto dolce e cerca di diventare amico degli umani. Questo atteggiamento molto socievole e accondiscendente lo rende molto docile e non adatto a fare da cane da guardia perché non sa distinguere i malintenzionati.

Tuttavia, questo non vuol dire che non sia intelligente, possiede infatti un eccezionale senso dell’orientamento, e anche se è molto socievole mantiene sempre una spiccata indipendenza e tantissima curiosità.

E’ fedele con il padrone e con tutto il resto della famiglia in cui vive, alla quale si rivolge con affetto costante. Adora stare all’aria aperta, quindi è bene preparargli anche un box o una cuccia nello spazio esterno per farlo vivere a proprio agio.

Alimentazione Alaskan Malamute

Quanto mangia un Alaskan Malamute? E soprattutto, cosa mangia un Alaskan Malamute? Per rispondere a queste domande bisogna prima di tutto sapere che la dieta dell’Alaskan Malamute deve essere equilibrata, ma contemporaneamente non deve essere eccessiva, in quanto la sua digestione richiede dalle 9 alle 10 ore.

La dieta ideale da far seguire a questo bellissimo animale proveniente dall’Alaska è quella denominata Barf (Bones And Raw Food) che è a tutti gli effetti una vera e propria filosofia.

Cibo per Alaskan Malamute

Il cibo consentito secondo questa dieta prevede prodotti crudi (carne, ossa, pesce, verdura e frutta) e integratori come uova intere con guscio, formaggio non stagionato e kefir.

Inoltre, nella razione quotidiana si consiglia anche di aggiungere alla razione 1-2 cucchiai di olio per mantenerlo in buona salute. Questa dieta favorisce la digestione, il corretto transito intestinale e permette all’animale una migliore evacuazione di feci consistenti e dall’odore meno forte.

Nel caso si vogliano utilizzare i mangimi già pronti è consigliabile privilegiare un’alimentazione più leggera nella stagione calda e una più energetica nella stagione fredda. Controllare prima dell’acquisto se le crocchette contengono fonti proteiche come pollo, agnello, manzo e pesce, ed evitare il maiale perché molto grasso.

Quanto pesa un Alaskan Malamute? Un animale di questa razza da adulto può pesare dai 32 ai 43 kg. L'Alaskan Malamute gigante può arrivare a pesare anche più di 50 kg.

Cura pelo Alaskan Malamute

Le esigenze del Malamute sono davvero esigue, e anche per la cura del pelo occorre poca manutenzione. Basta infatti spazzolarlo contropelo più volte a settimana, e ogni giorno durante il periodo di muta.

Un bagno mensile è sufficiente per mantenere il pelo sano e perfetto, anche se bisogna fare attenzione e non è facile da lavare vista la presenza del sottopelo.

Per mantenere in ottima salute il mantello bisogna anche curare l’alimentazione, che deve contenere quotidianamente una razione di mangime di ottima qualità. Anche per fare splendere il pelo e mantenerlo sano è opportuno aggiungere uno o due cucchiai d’olio alla porzione di mangime.

Cura del pelo di un Alaskan Malamute

Come educare un Alaskan Malamute

L’Alaskan Malamute è abituato a stare in contesti in cui ognuno ha il proprio ruolo, per cui convive tranquillamente con altri animali, anche se sono cani di razza diversa, l’importante è che abbia ben chiara la gerarchia che guida i rapporti fra di loro.

Per educarlo, dunque, e farlo sentire a proprio agio, bisogna fargli capire sin da subito che il capo in famiglia siamo noi umani, e non lui. Non serve farlo impaurire, è sufficiente essere decisi e impartirgli la lezione del ruolo con fermezza, ma in modo da conquistare la sua fiducia.

Addestrare un alaskan malamute è dunque molto semplice e una volta avuta tutta la sua stima ci ascolterà e possiamo educarlo con dolcezza senza perdere in decisionalità.

Alaskan Malamute: consigli per l’allevamento

Per avere un Alaskan Malamute cucciolo è fondamentale rivolgersi a specialisti del settore, ovvero ad allevamenti selezionati e che possano fornire il pedigree dell’animale, che comunque deve essere sempre valutato con attenzione.

Il prezzo dei cuccioli di Alaskan Malamute dipende comunque da vari fattori e oltre al pedigree vanno valutate anche le sfumature dei colori del mantello, che attestano la particolarità dell’animale, e ovviamente il fatto che godano di ottima salute.

Da allevamento ad allevamento, i prezzi sono differenti e questo può generare confusione, ma per avere un’idea più chiara è bene sapere che un cucciolo di questa razza può costare dai 900 ai 1300 euro.

Vai all'articolo precedente:Malattie della pelle del cane: quali sono e come curarle
Vai all'articolo successivo:Leishmaniosi canina: quali sono i sintomi e come curarla
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image