Pinscher nano: carattere, educazione, alimentazione

29 Luglio 2022
Pinscher nano: carattere, educazione, alimentazione

Il Pinscher nano è uno degli animali da compagnia più diffusi e amati anche nel nostro paese, anche se la sua origine è straniera. Pare quasi impossibile guardandolo, con questa sua forma così armonica ma piccola, ma il pinscher nano è in realtà di origini tedesche, patria solitamente di cani di stazza molto più grande.

Ancor più sorprendente se pensiamo che questo cane ha tra i suoi parenti più stretti razze come Dobermann e Schanuzer, che solitamente raggiungono dimensioni considerevoli e in alcuni casi sono associati a cani di grande potenza e aggressività.

Ma non facciamoci ingannare dalla piccola stazza: nonostante questo il pinscher nano è un animale robusto e muscoloso, in grado di compiere prodezze atletiche non immaginabili a causa della sua dimensione contenuta.

Vediamo allora quali sono le caratteristiche peculiari di questo cane, e come prendersi cura di lui nella migliore maniera possibile, assecondando le sue inclinazioni e il suo carattere.

Pinscher nano caratteristiche fisiche e morfologiche

Il pinscher nano è un cane di taglia piccola e pelo corto, molto diverso quindi dai suoi parenti di taglia grande sempre originari della Germania.

L'aspetto generale di questo animale è elegante e molto proporzionato, se pensiamo che la sua lunghezza e altezza sono quasi pari. Per capire bene la taglia di cui stiamo parlando proviamo a dare qualche numero.

Il pinscher nano maschio ha generalmente un peso che varia dai 5 ai 7 kg con un'altezza al garrese di 30/35 cm.

Dimensioni del tutto simili per l'esemplare femmina del pinscher nano, che tocca i 4/6 kg di peso e un'altezza mediamente dai 25 ai 30 cm.

Il pelo abbiamo detto essere corto, cosa che ne diminuisce la necessità di manutenzione e cura. Il colore è sempre scuro, dal rosso cervo monocolore al rosso bruno scuro o bicolore nero focato (nero intenso con macchie rosse o marroni, il più scure possibile, sopra gli occhi, sulla gola, sui metacarpi, sui piedi, sulla parte interna delle zampe posteriori, sotto la radice della coda e sul petto).

Il suo aspetto è reso dolce e anche leggermente buffo dalle orecchie, che presentano una dimensione grande e quasi sproporzionata rispetto al cranio e al resto del corpo: sono a forma di V puntata, e possono rimanere dritte quando la sua attenzione è richiamata da qualcosa o ripiegate internamente quando sono a riposo totale.

Completa il quadro estetico morfologico un cranio piccolo, ma abbastanza allungato con un muso quasi cuneiforme e un naso molto scuro.

Pinscher nano carattere

Il pinscher nano si dimostra un cane dal carattere vivace ma buono, molto adatto alla vita di casa e alla presenza di bambini. Non ha scatti d'ira o di aggressività, però ci troviamo di fronte ad un animale sempre in movimento con un'energia che sembra quasi infinita.

I suoi movimenti sono rapidi e lo favoriscono nel gioco, che rimane una delle sue attività preferite. Il suo carattere è tendenzialmente indipendente, ma molto di questo sarà influenzato dall'educazione e da come si ambienta il cane nel contesto familiare.

Non è così strano vedere un pinscher nano cercare spesso le coccole o volere un costante contatto fisico con i membri umani del suo branco.

Attenzione alla tendenza ad abbaiare: il pinscher nano è un cagnolino abbastanza rumoroso, che abbia spesso e in maniera quasi inesauribile.

Come educare un pinscher nano

Non dovrebbe essere difficile capire come addestrare un pinscher nano: la razza di natura è abbastanza obbediente, e se vengono usati metodi educativi rispettosi l'animale sarà ben predisposto ad imparare.

Evitiamo rimproveri immotivati o violenze di ogni genere, perché questo allontanerà un cane dal carattere docile ma fragile come il pinscher nano. 

Pinscher nano alimentazione

Essendo un cane costantemente attivo e in movimento, il pinscher nano non ha la tendenza ad ingrassare facilmente, cosa che toglie qualche preoccupazione in fase di alimentazione del cane.

Lui stesso non è un cane particolarmente difficile da accontentare come gusti, e si adatterà con facilità a molti tipi di cibi.

La sua dieta migliore consiste in alimenti preparati in casa, con la possibilità di integrare facilmente del pesce, alternandolo alla carne che rimane la sua pietanza prediletta: per queste due proteine la razione ideale giornaliera è di circa 100/150 grammi.

A questi alimenti è possibile abbinare amidi, come riso e pasta e verdure fresche. Si consiglia di integrare la dieta con minerali e oligoelementi, come carote crude o prezzemolo.

Per capire quanto deve mangiare un pinscher nano è bene fare tutte le valutazioni del caso sulla base della stazza: il suo cibo andrà somministrato in 2 pasti al giorno, con una razione che deve essere regolata in base all'attività fisica del nostro amico a quattro zampe.

Pinscher nano vita media

Dopo aver visto quanto e cosa mangia un pinscher nano passiamo ad un argomento correlato come la salute, rispondendo alla classica domanda su quanto vive un pinscher nano.

Si tratta di un cane robusto e senza particolari malattie genetiche, che possono minarne la longevità. Il pinscher nano vive mediamente tra i 12 e i 16 anni.

Vai all'articolo precedente:Cavalier King: caratteristiche, educazione, alimentazione
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.

Iscriviti alla Newsletter ed ottieni il 5% di Sconto!

Subito per te un Coupon da utilizzare sul Tuo Acquisto!

Iscriviti subito×
Torna su