Italiano
Lista Desideri
  
Menu

Gallina Braekel: caratteristiche e allevamento dell'ovaiola belga

Gallina Braekel: caratteristiche e allevamento dell'ovaiola belga

La Braekel (o Brakel) è una gallina ovaiola forte e vigorosa, nonché un’ottima alleata per lo smaltimento degli scarti alimentari. Caratterizzata da un piumaggio di vari colori, è nota soprattutto per l’elevato numero di uova che può produrre.

Origini dei polli Brakel

La Braekel è originaria dell’Europa Occidentale, in particolare del Belgio, dove secondo la storia arrivò nel sedicesimo secolo probabilmente dalla Turchia. Proprio per questo, viene classificata come una delle razze di galline ovaiole più antiche.

L’evoluzione di questo esemplare di pollo ha portato alla nascita di diverse varianti di Brakel: nel Belgio ad esempio si è diffusa la Zwartkop Brakel, che significa “Brakel dalla testa nera”.

Gallina Brakel: caratteristiche fisiche

I polli Brakel sono caratterizzati da un fisico allungato e robusto, con petto ben arrotondato ed esteso. Il sedere è ampio e pieno, a prova che stiamo parlando di ottime galline ovaiole.

La testa, distinta da una pigmentazione scura, è leggermente appiattita ed ornata da una cresta abbastanza grande, che piega su un lato ed è anch’essa particolarmente pigmentata con una base purpurea.

L’iride degli occhi è bruno scuro, quasi nero, con l’orlo caratterizzato da melanismo. Le palpebre sono spesse e nerastre.

Gli orecchioni, di grandezza media, sono bianchi e nella gallina tendono al bluastro, a differenza del colore più chiaro degli orecchioni del gallo.

Le ali sono lunghe e ben serrate al corpo, con le estremità nascoste sotto il piumaggio della groppa. La coda, abbastanza lunga e caratterizzata da una grande quantità di piume, è portata in modo fiero e disteso.

Le zampe sono forti, anche se poco visibili, con dita ben allungate e tarsi sottili, di media lunghezza, di colore blu ardesia cupo.

Piumaggio e colorazione delle galline Braekel

Il colore maggiormente diffuso tra i polli di razza Braekel, nonché i suoi colori originali, caratterizza il piumaggio di oro barrato nero e argento barrato nero. Nella variante argento barrato nero, il gallo ha la testa e la mantellina color bianco, così come il dorso e la groppa, con piume nerastre alla radice.

Su petto, fianchi e ventre le piume sono di fondo nero con barre trasversali bianche. Nella parte inferiore e posteriore del corpo le piume nere si intensificano coprendo quasi totalmente quelle bianche. La gallina, invece, presenta le medesime caratteristiche ma si differenzia grazie alla presenza maggiore di un piumaggio nero e alla mancanza della mantellina bianca, tipica del gallo.

Nella variante oro barrato nero invece, il piumaggio bianco è sostituito da un piumaggio bruno dorato. In paesi come il Belgio e la Germania però, questa gallina ovaiola viene allevata in varie colorazioni come il blu, nero e bianco screziato. In altri paesi invece è diffusa nel colore giallo barrato bianco, detto anche camoscio.

Razza Brakel: i nostri consigli per l’allevamento

La Brakel, se ben accudita, può deporre molte uova, fino a 180 all’anno. Proprio per questo, vi consigliamo di scegliere dei pollai con cassetti per la deposizione delle uova, che saranno poi affidate ad un’altra gallina o fatte schiudere in incubatrice, dato che la chioccia della razza Brakel è un’eccezione.

Si tratta di una razza che ama scorrazzare all’aperto, ma se volete potete tenerle in un grande recinto, ovviamente ben protetto e con una rete abbastanza alta vista la loro abilità nel volare.

Non sono molto inclini al contatto con l'uomo, anzi, sono galline timide ed il loro carattere dipende molto dalle attenzioni e dalle cure che ricevono.

Vai all'articolo precedente:Gallina Welsum: l'ovaiola olandese dalle uova marrone scuro
Vai all'articolo successivo:Gallina nana Bassette: la piccola ovaiola belga dal carattere vivace
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image