Coniglio nano ermellino: cosa sapere per allevarlo al meglio

12 Febbraio 2021
Coniglio nano ermellino: cosa sapere per allevarlo al meglio

Nel 1889 questa razza di coniglio venne scoperta per la prima volta nei giardini inglesi e venne denominata inizialmente coniglio nano Polacco. Dopo qualche anno, la specie venne esportata in Germania e geneticamente migliorata, fino a che non gli venne addirittura cambiato il nome in Coniglio Ermellino.

Animale dalle piccole dimensioni, questa specie si ritiene molto dolce e adatta per giocare e fare compagnia alle famiglie con persone anziane e bambini.

Coniglio nano Ermellino caratteristiche

Il coniglio Ermellino nano si caratterizza per avere delle dimensioni estremamente ridotte, le forme tondeggianti, il pelo bianco, morbido e candido e gli occhi blu.

Se mantenuto in salute, questa bestiola può restare accanto ai suoi padroni anche per dieci anni e, se ben nutrito, tende ad avere un peso che si aggira fra 1 kg - 1,5 kg.

La testa è piccola e ben incassata al corpo; le orecchie si presentano dritte e corte, ma molto morbide e pelose.

La postura dei conigli nani ermellini ricorda un po' quella delle lepri. Le zampe anteriori, infatti, sono lunghe e dritte, mentre le zampe posteriori sono robuste, con la tendenza a restare leggermente più piegate; la schiena invece, come quella delle lepri, tende a rimanere incurvata.

Coniglio nano Ermellino carattere

Si potrebbe definire un perfetto animale domestico da compagnia; è un animale sveglio e curioso ma, come tutti i conigli, è anche molto pauroso (anche il minimo rumore lo può spaventare tanto da scappare per andare a nascondersi).

I conigli nani Ermellino hanno anche la tendenza a marcare il loro territorio, strofinando il musetto su alcuni punti della casa.

La particolarità di questo animale è la capacità di saper comunicare molto bene con il linguaggio del corpo.

Quando hanno fame, i conigli nani ermellini bianchi alzano le zampe anteriori e stanno eretti sulle zampe posteriori; sono animali molto affettuosi e lo dimostrano leccando il loro padrone. Se invece è l'animale stesso ad aver bisogno d'affetto, si mette a pancia in su in segno di attesa di coccole.

Per dimostrare paura e timore, invece, il coniglio nano Ermellino porta le orecchie indietro.

La bellezza di questo animale è data anche dalla sua capacità di tenersi pulito da solo, e non ha nemmeno la tendenza a vivere in un ambiente sporco.

Coniglio nano Ermellino alimentazione

Essendo una razza fragile e particolare, bisogna stare attenti alla sua salute partendo proprio dall'alimentazione.

L'alimento fondamentale da somministrare a questo animale è il fieno che, se abbinato ad una corretta dose di carote (quindi verdura), sostanze vegetali ed erba fresca, permetterà al vostro animale di tenervi compagnia per molto tempo.

Per variare ulteriormente la loro alimentazione, è possibile dargli verdure scottate come carote, cavoli, erbe mediche, insalata e basilico; È importante però che tutto il cibo che gli viene somministrato sia prima ben lavato e pulito.

Da evitare completamente i cibi da forno.

Coniglio nano ermellino cure

Questa razza di coniglio non richiede delle cure particolari rispetto alle altre razze simili.

Appena portato a casa dall'allevamento, è necessario portarlo dal veterinario e assicurarsi che gli vengano fatti tutti i vaccini contro le malattie tipiche della specie, e alcune di queste ripeterle per due volte l'anno.

Per quanto riguarda la cura quotidiana, bastano davvero pochi accorgimenti per assicurare al vostro animaletto tutte le cure e le coccole richieste.

Tagliategli le unghie ogni qualvolta lo riterrete opportuno, stando attenti a non tagliare i nervi vicino alle zampette, spazzolatelo spesso, almeno una volta a settimana; state attenti che i denti siano sani e non vi siano accenni di malocclusioni.

Essendo un animale molto pulito, non è necessario fargli il bagno, ma se proprio non resistete all'impulso di lavarlo con l'acqua, allora prendete del cotone idrofilo inumidito e passatelo su tutto il pelo. Il motivo per cui non è necessario fargli il bagno è perché, come accennato prima, l'animale tende a lavarsi da solo leccandosi il pelo.

Coniglio nano Ermellino: la gabbia

Essendo un animale piccolo, appunto nano, non sarà necessario comprargli una gabbia estremamente grande; la dimensione consigliata infatti è un luogo alto 30 cm, largo 30 cm e lungo 60 cm.

Anche con dimensioni ridotte, la gabbia deve contente tutto il necessario per dare all'animale una vita sana e attiva.

All'interno infatti deve esserci sempre del cibo, come dell'insalata e una carota; deve esserci una vaschetta con dentro dell'acqua e qualcosa da rosicchiare.

Dentro la gabbia si consiglia di mettere della paglia, così che il coniglio possa costruirsi un piccolo giaciglio su cui dormire. Inoltre, non dimenticatevi di mettere dentro la gabbia una lettiera dove si dovrà insegnare all'animale a fare i bisogni.

Vai all'articolo precedente:Coniglio gigante pezzato: caratteristiche, alimentazione e allevamento
Vai all'articolo successivo:Coniglio d'Angora: carattere, alimentazione, allevamento
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su
Cookie Image