Italiano
Lista Desideri
  
Menu

Come gestire al meglio gli allevamenti avicoli negli agriturismi.

Come gestire al meglio gli allevamenti avicoli negli agriturismi.

Negli agriturismi,  allevare polli, galline ovaiole o altri volatili da cortile è una cosa abbastanza comune! Non sempre però si riesce a sfruttarne al massimo le potenzialità, capire come gestire spazio e risorse a disposizione o come rispettare tutte le esigenze degli animali… In questa sede vorremmo  proprio dare qualche consiglio per gestire al meglio gli allevamenti avicoli negli agriturismi.

Quali vantaggi ottenere dagli allevamenti avicoli negli agriturismi?

Partiamo col capire i vantaggi ottenibili dai propri allevamenti.

1.  Produzione di carne e uova da impiegare a scopo ristorativo.

Potrà sembrare scontato, ma è bene ricordare che gli agriturismi sono prima di tutto turismo e ristorazione! Il loro punto di forza è quello di poter servire alimenti di produzione propria. Cosa che soprattutto al giorno d’oggi attira molto l’attenzione del pubblico!

2. Produzione di carne e uova da vendere a terzi.

Perché limitarsi ad usare quello che si produce solo per la ristorazione? Volendo ottenere qualche reddito extra si può anche vendere a terzi la carne e le uova prodotte (macelli, mercatini locali, vendite porta a porta…).

3.  Dare un valore aggiunto dal punto di vista estetico.

Galli, galline, anatre, pavoni ecc…potrebbero affascinare e conquistare i clienti! Gli agriturismi spesso sono la location ideale per feste, matrimoni o semplici gite fuori porta. La presenza animali da cortile può regalare un’atmosfera proficua per questi affari!

Quanto spazio mettere a disposizione dell’allevamento? Come organizzarlo?

Per dare un idea di massima sugli spazi necessari, possiamo dire che con un ettaro di terreno è possibile gestire assieme dai 500 ai 2500 capi circa (a seconda delle specie e dei relativi cicli di allevamento). 

Lo spazio andrà ripartito tra ricoveri (pollai, recinti e voliere) e l’area di pascolo. Per organizzare il pascolo servono cespugli e fasce boscate che offriranno ai volatili riparo da sole, caldo e vento, nonché una dieta diversificata dai comuni mangimi o granaglie.

Allevamento di polli da carne

Passiamo ora alle specie da ospitare. I polli per la produzione di carne sono una risorsa molto importante, anche perché il loro ciclo di allevamento è rapido e consente di avere carne durante tutto l’anno. In media i polli possono essere macellati tra i 50 e gli 80 giorni di età circa (a seconda del tipo di allevamento), ciò consente di alternare vari cicli di allevamento all’anno.

Allevamento di galline ovaiole

In un agriturismo non dovrebbero mancare neanche le galline ovaiole. Queste possono garantire la produzione di circa 250-300 uova, soprattutto durante il primo anno di vita. Tra le migliori ovaiole ricordiamo la gallina padovana e le varie razze di gallina Livorno.

Altri allevamenti avicoli da inserire negli agriturismi

Oltre a polli e galline, è possibile allevare anche qualche altro volatile da giardino, sfruttando lo stesso spazio per produrre altri tipi di carne o semplicemente per abbellire ulteriormente il vostro agriturismo.

Va da se che animali diversi avranno abitudini ed esigenze diverse da rispettare. Per esempio, se vuoi tenere degli anseriformi (anatre, oche o cigni) ricorda che è meglio lasciarli liberi piuttosto che in voliera, che avranno bisogno di corsi o pozze d’acqua dove nuotare e di recinti per la riproduzione e svezzamento dei piccoli… Informati sulle caratteristiche di ogni specie e agisci di conseguenza!

Come organizzare i pollai, recinti e voliere

Per quanto riguarda il numero di capi, questo è un calcolo che solo tu puoi fare, in base al fabbisogno per l’attività di ristorazione e per l’eventuale vendita a terzi. Sulla base dei calcoli fatti poi avrai bisogno di procurarti recinti, pollai o voliere adatti allo scopo. Se hai dubbi su tipo e dimensioni da adottare per i ricoveri contatta IL VERDE MONDO per ottenere qualche suggerimento in merito.

Vai all'articolo precedente:Consigli e suggerimenti per la riproduzione del fagiano in cattività
Vai all'articolo successivo:Come allevare le anatre mandarino: gli anseriformi simbolo di fedeltà eterna!
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image