Italiano
Lista Desideri
  
Menu

Come conservare le uova fresche di gallina

Come conservare le uova fresche di gallina

Le uova sono senz’altro l’alimento più nutriente e più importante che le galline ci possono donare. Ma, per guastarle al meglio è necessario rispettare alcune regole per la loro conservazione: sia per evitare batteri, sia per contrastare la deperibilità. Proveremo quindi a fare chiarezza su come conservare le uova fresche di gallina.

Conservazione delle uova: regole da seguire

Allevare galline ovaiole significa disporre sempre di un buon numero di deliziose uova fresche. Per godere di una delle tantissime ricette che è possibile preparare con le uova fresche è necessario osservare poche e semplici regole utili a conservarle al meglio. Vediamo come conservare le uova.

Controlla la loro superficie

Se sei solito acquistare le uova presso un allevamento di galline ovaiole, assicurati sempre che queste siano tutte perfettamente integre. Sul guscio delle uova proliferano numerosi batteri come la salmonella, che non attendono altro che penetrare al loro interno attraverso crepe e fessure, anche di piccolissime dimensioni.

Riponile le uova in frigo e nella loro confezione

Per conservare le uova in frigo, ti converrà lasciarle nella loro confezione, in modo da evitare che assorbano gli odori esterni. Controlla sempre che la temperatura sia compresa tra 0 e 4 gradi, al fine di garantire una netta diminuzione dei rischi legati alla salmonellosi.

Numerosi test scientifici hanno dimostrato come la refrigerazione possa influire positivamente sul valore biologico e gastronomico delle uova. La maggior parte dei batteri, infatti, tende a proliferare a temperature comprese tra 4 e 60 gradi.

Conservare le uova fresche in frigo nella loro confezione

Produzione uova di gallina in proprio

In ogni caso, sappi che le uova fresche di gallina non necessitano per forza di essere conservate in frigorifero! Questo perché, al momento della deposizione,  le uova sono perfettamente sterili. Se abbiamo la certezza che le galline che le hanno fatte sono animali sani, sapremo di conseguenza che il contenuto delle uova sarà sano, ma anche che il rischio di contaminazione del guscio esterno è alquanto remota.

Discorso analogo potrebbe valere anche per le uova acquistate direttamente da un allevatore, ma se non abbiamo elementi sufficienti per essere sicuri dello stato di salute dell’animale sarebbe meglio usare il frigo. Detto ciò, se sei intenzionato a realizzare un allevamento tutto tuo, ti potrebbero interessare informazioni in più sull’alimentazione delle galline ovaiole e sul ciclo di produzione delle uova.

Durata uova fresche di gallina

Quanto durano le uova fresche di gallina? Chi è solito acquistare le uova presso un allevamento di galline ovaiole deve sapere che per assaporare il tipico sapore delle uova appena deposte dovrà consumarle entro i primi tre giorni, facendo molta attenzione ad evitar loro sbalzi termici e prediligendo una temperatura di conservazione inferiore ai 25 gradi. Pertanto, sarà opportuno evitare di conservare le uova nei pressi di fonti di calore e, nel caso di un estate particolarmente calda, sarà necessario riporle nel frigorifero.

La durata delle uova fresche di gallina è di circa nove giorni, ma è possibile consumarle per ulteriori sette giorni senza temere alcunché.

Consumare uova da allevamento galline ovaiole

Chi ha la possibilità di acquistarle presso un'azienda agricola che si occupa della produzione di uova di gallina o di produrle nel proprio allevamento domestico, ha l'opportunità di consumare un prodotto dal valore biologico e nutritivo nettamente più elevato, senza dover temere nulla dal punto di vista della salute, a patto di ricordare sempre di rispettare le ovvie norme igieniche.

Ricorda infatti che è consigliabile lavare sempre le mani dopo aver toccato il guscio delle uova. Se poi hai necessità di separare tuorlo dall’albume (per una carbonara o per delle meringhe ad esempio) prova ad usare strumenti appositi (più igienici) al posto del classico metodo del travaso continuo da una parte all’altra del guscio! Con questo metodo il contenuto dell’uovo verrebbe a contatto con il guscio, aumentando l’eventuale rischio contaminazione.

Esempio di separatore di tuorli dagli albumi per uova di gallina

Vai all'articolo precedente:Guida alle colorazioni del piumaggio dei polli
Vai all'articolo successivo:Le galline non fanno uova? Ecco quali possono essere i motivi
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image