Italiano
Lista Desideri
  
Menu

Come allevare cigni reali

Come allevare cigni reali

Sono gli anseriformi più belli ed eleganti in assoluto. Sono l’emblema del romanticismo. Candidi e maestosi, sono anche elementi ricorrenti nelle fiabe… Sono i cigni! Le prossime righe sono dedicate proprio a loro, in particolare ad una delle razze più diffuse e conosciute in assoluto: il Cigno Reale. Capiremo quindi come allevare cigni reali, dove possono vivere, come si nutrono, come si riproducono e la loro attitudine all’allevamento.

Attitudine all’allevamento

Superato l’ostacolo del luogo in cui allevarli (è necessario avere a disposizione un corso o uno specchio d’acqua) allevare cigni reali non dovrebbe comportare grossi problemi… non per niente, almeno in Italia, è più facile trovare cigni reali in cattività che liberi. Questi volatili acquatici vivono bene in gruppo e hanno generalmente un carattere docile anche nei confronti dell’uomo. Si dimostrano aggressivi e territoriali solo durante la stagione degli amori e della riproduzione.

Descrizione della razza

Ovviamente non c’è nulla di sconosciuto sul loro aspetto fisico. I caratteri distintivi sono il piumaggio completamente bianco, il collo lungo e ricurvo, l’apertura alare enorme (oltre i 2 metri) e le zampe palmate grigio scuro e il becco arancione bordato di nero.

La cosa interessante da dire è che non ci sono differenze anatomiche di rilievo neanche tra maschio e femmina (il dimorfismo sessuale è praticamente inesistente). I due sessi, oltre al piumaggio identico, hanno anche dimensioni molto simili. Si distinguono per lo più per il rigonfiamento carnoso alla base del becco più accentuato nel maschio.

Gli esemplari giovani invece si caratterizzano per il piume e becco grigiastri che mutano con la crescita (l’aspetto poco gradevole raccontato nella favola del brutto anatroccolo.

Habitat del cigno reale

Il cigno reale è un animale che col tempo si è adattato a vivere senza problemi un po’ dappertutto, complice soprattutto la larga diffusione di questo anseriforme per l’allevamento. È un uccello migratore che predilige aree umide, acquitrinose e ricche di vegetazione.

Per allevare i cigni reali è necessario avere o predisporre uno stagno o un corso d'acqua, considerato che la maggior parte della giornata di un cigno si svolge lì. Anche l’alimentazione e le varie fasi di corteggiamento e riproduzione avvengono soltanto in ambiente acquatico.

Alimentazione

Fermo restando che in acqua possono procurarsi buona parte del cibo di cui necessitano, la dieta per il cigno reale di allevamento ricalca quella prevista in generale per gli anseriformi: granaglie spaccate a base soprattutto di frumento, mais, risone, avena e orzo. Indispensabile è l’integrazione con frutta e verdura fresca, ma ogni tanto si possono dare anche alcuni pezzetti di pane che i cigni mangeranno direttamente in acqua.

Riproduzione e cura dei piccoli

I cigni sono monogami, le coppie una volta formate dureranno per tutta la vita ed entrambi i sessi si prenderanno cura della nidiata. Come d'abitudine si riproducono nel periodo dell'anno compreso tra aprile e giugno. Dopo l'accoppiamento, la femmina depone un numero di uova che oscilla tra le 3 e le 8. Queste vengono covate per circa 36 giorni e danno vita ad esemplari che acquisiscono indipendenza a partire dai tre mesi di vita.

Durante il periodo riproduttivo, la femmina porta a termine un'unica covata, salvo che non si voglia procedere con la tecnica della cova sostitutiva (facendo schiudere le uova in incubatrice la femmina potrebbe fare una o anche 2 covate più durante l’anno.

Vai all'articolo precedente:Come allevare i fagiani di Lady Amherst
Vai all'articolo successivo:Come allevare l’anatra Germanata Veneta
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image