Italiano
Lista Desideri
  
Menu

Perché allevare volatili da cortile nei B&B? Una strana… ma vincente accoppiata!

Perché allevare volatili da cortile nei B&B? Una strana… ma vincente accoppiata!

Da qualche tempo stiamo ricevendo richieste da diversi bed and breakfast interessati all’introduzione di piccoli allevamenti di avicoli all’interno delle proprie attività. Questo, oltre a farci un immenso piacere, ci suggerisce uno spunto per approfondire il discorso e capire come due mondi, apparentemente lontani l’uno dall’altro (per l’appunto B&B e allevamenti di volatili da cortile) possano risultare un’accoppiata vincente!

Dagli agriturismi ai B&B in campagna

Nell’era del digitale molte persone potrebbero pensare che l’agricoltura o l’allevamento siano settori economici sui quali non valga la pena di investire. La realtà dei fatti invece dimostra l’esatto contrario! La costante ricerca di uno stile di vita più green, la cultura dell’alimentazione sana o la pianificazione di vacanze low cost immersi nella natura sono tutti esempi di quanto la vita in campagna possa attirare l’interesse del pubblico!

Solitamente però se si associano le parole campagna e turismo verrebbe da pensare agli agriturismi piuttosto che ai B&B! Anche qui le statistiche ci correggono (fermo restando il successo degli agriturismi). In Italia, causa anche la crisi economica, quello dei B&B sembra un business in piena espansione. Per chi li gestisce diventano una fonte di reddito integrativo. Per i turisti invece rappresentano il giusto compromesso tra una camera d’albergo e l’alloggio in un ostello, soprattutto per soggiorni brevi.

Ecco spiegato cosa accomuna l’allevamento di polli e galline con i bed and breakfast: turismo, vita in campagna e vantaggi economici per entrambe le parti! Basta fare una piccola ricerca in internet per rendersi conto di quante opportunità di B&B si trovano in campagna o comunque in zone rurali.

Aprire un B&B in campagna? Possibile!!!

Aprire un’attività di bed and breakfast non è un impresa poi tanto proibitiva! Sotto un certo numero di camere e in presenza di un periodo di inattività durante l’anno, le Leggi Regionali consentono di intraprendere questa strada anche senza l’apertura di una partita IVA, ma registrando i pernottamenti tra i redditi diversi derivanti da attività commerciali non abituali (e forse anche questo trattamento agevolato ne determina il successo).

I vincoli principali invece sono due:

  • quello di avere spazio in casa per ospitare clienti in camere private dotate di utenze proprie (ma per fortuna gli edifici in campagna si prestano bene allo scopo dato che solitamente sono più spaziosi delle case in città);
  • e che il proprietario risieda nello stesso edificio o in una struttura separata, ma inclusa nella stessa proprietà di quella che ospita i turisti.

Perché tenere un allevamento di volatili presso un B&B?

Adesso proviamo a capire perché il proprietario di un bed and breakfast potrebbe interessarsi ad un allevamento di polli, galli e galline, o di qualche altro volatile. Senz’altro in ambito rurale il fatto di poter interagire con degli animali durante il pernottamento può incuriosire e far felici gli ospiti. Ciò, unito ad una buona struttura ospitativa e ad un servizio efficiente possono favorire i commenti positivi sui siti di recensioni online (come Tripadvisor o Google Places) e dare una buona visibilità al B&B.

Non dimentichiamo comunque che avere anche solo un piccolo pollaio a disposizione potrebbe significare produrre carne e uova da consumare a scopo personale e famigliare, da vendere a terzi o perché no da offrire direttamente ai nostri ospiti (soprattutto i turisti stranieri potrebbero gradire una colazione sostanziosa a base di uova fresche di giornata)!

All’interno di un B&B non saranno necessari allevamenti avicoli di grandi dimensioni… Basteranno anche solo una decina di capi per creare un atmosfera piacevole e ottenere in più qualche alimento sano da mangiare. Se hai un bed and breakfast (o se vuoi aprirne uno) e hai trovato interessanti queste considerazioni visita il nostro e-commerce.

Vai all'articolo precedente:Come allevare le anatre mandarino: gli anseriformi simbolo di fedeltà eterna!
Vai all'articolo successivo:Come allevare l’oca canadese: curiosità sulla loro vita in natura e in cattività
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image